Arresti
 

"Ladri di biciclette" parte seconda. Un nuovo ciak per i delinquenti del centro storico. IL VIDEO

18 giu 2016 - 12:44

CATANIA - Non si tratta della riedizione del famosissimo film di Vittorio De Sica, tutt’altro, ma di una lucrosa e assolutamente illecita attività che il pluripregiudicato catanese F.F. aveva “messo su” per trafugare e, successivamente, ricettare le biciclette sottratte per le vie del centro storico.

Tutto ciò fino all’intervento dei poliziotti dell’UPGSP. Gli agenti, infatti, hanno posto fine al crescendo di furti di biciclette che si era registrato negli ultimi mesi nelle zone del centro storico e, in particolare, nei dintorni di Piazza Carlo Alberto e S. Berillo vecchio.

Grazie ad un’attività d’indagine posta in essere partendo dall’acquisizione di alcune immagini tratte da impianti di videosorveglianza di stabili che ospitano sedi istituzionali, si è constatato il modus operandi attuato in almeno un episodio di furto, avvenuto lo scorso mese di maggio in questa via Oberdan: le ricerche del mezzo da trafugare avvenivano utilizzando un furgoncino bianco che, adocchiata la bicicletta, veniva posteggiato; poi, a piedi, un giovane effettuava con nonchalance un sopralluogo per verificare il tipo di catena o di lucchetto da scardinare.

A seguire, il ladro si allontanava a bordo dell’automezzo per ritornare, dopo pochi istanti, insieme a un complice il quale con risolutezza scendeva dal mezzo, manometteva il lucchetto, per poi caricare sul furgoncino il velocipede e dileguarsi.

Sulla base di alcuni dettagli del mezzo, attentamente notati dal personale delle volanti, giacché la targa non era leggibile, sono iniziate le ricerche nei luoghi a maggiore densità di reati, riuscendo a rintracciare nel quartiere San Cristoforo, un Fiorino che presentava le stesse caratteristiche di quello immortalato nelle immagini.

È, così, scattato un discreto pedinamento della vettura che ha condotto i poliziotti a una bottega-garage, nel quartiere Cibali, risultata nella disponibilità dell’indagato, le cui fattezze corrispondevano a uno dei due giovani inquadrati dalle telecamere in occasione del furto descritto.

All’interno del locale sono state rinvenute numerose biciclette, tra le quali proprio quella oggetto del filmato che è stata subito riconsegnata al legittimo proprietario. Gli agenti, inoltre, hanno denunciato F.F. per il reato di ricettazione avendo rinvenuto altre due biciclette anch’esse risultate rubate, rispettivamente una mountain bike di colore nero con adesivi bianchi marca B’Twin Rockrider 340 e una City Bike marca T’win modello Elops 300 di colore nero con forcelle di colore bianco. Le biciclette sono state sottoposte a sequestro e sono custodite presso l’Ufficio Fermati dell’U.P.G.S.P. della Questura.

Chi ne fosse proprietario, può rivolgersi a quest’ultimo ufficio contattando il centralino allo 095/7367111.

Giorgia Mosca