Arte e folklore
 

Infiorata di Noto, principe Emanuele Filiberto ammira il Mao di Warhol

Infiorata di Noto: boom di presenze per la mostra “Warhol è Noto”

15 mag 2016 - 17:27

NOTO - Boom di presenze per la mostra “Warhol è Noto” in occasione della prima giornata della XXXVII edizione dell’Infiorata.

Tra le presenze importanti nella città di Noto, ha destato curiosità la visita del principe Emanuele Filiberto di Savoia che, per iniziativa della delegazione per la Sicilia degli Ordini dinastici di Casa Savoia, ha presenziato in Cattedrale all’intitolazione di uno degli altari della navata sinistra alla Beata Maria Cristina di Savoia con la posa della sua immagine votiva consacrata. L’occasione ha permesso al principe Emanuele Filiberto di visitare la mostra di Andy Warhol ed ammirare da vicino le opere esposte all’Ex Convitto Ragusa.

Emanuele Filiberto, accompagnato dall’art promoter Gianni Filippini ha visitato il percorso espositivo che ha preso avvio dai 20 disegni degli anni ’50 che descrivono l’inizio della carriera di Warhol per passare alla Campbell’s Soup, a Brillo, alla celebre Marilyn Monroe a Ingrid Bergman, a Man Ray a John Gotti, a Liz Taylor ed al famosissimo pezzo unico che rappresenta Mao.

“Warhol è Noto”, aperta fino al 28 agosto, è a cura di Giuseppe Stagnitta e realizzata da Fenice Company Ideas e Associazione Culturale Studio Soligo in collaborazione con il Comune di Noto, Patrimonio dell’Unesco.

Redazione NewSicilia