Pro loco
 

Inaugurato il centro multimediale "Terra di Acqua e Fuoco" a Paternò

28 nov 2015 - 17:02

PATERNÓ - Ha riscosso grande successo l’inaugurazione del Centro Multimediale Interattivo di informazione e accoglienza turistica “Terra di Acqua e Fuoco”.

Il centro, realizzato grazie alla Pro Loco con la collaborazione del Comune di Paternò, è ospitato nei locali del Palazzo delle Arti dove all’ingresso troviamo i decori del maestro Barbaro Messina.

Ad esprimersi sul centro “Terra di Acqua e Fuoco”, durante il taglio del nastro, è stata la presidente della Pro Loco, Salvina Sambataro, che ha dichiarato: “L’unica ambizione che la Pro Loco ha, attraverso questo Centro, è quello di fare innamorare tutti i cittadini paternesi del proprio territorio e far loro comprendere le sue potenzialità. Se tutti noi crediamo in questo progetto, allora il Centro può davvero trasformarsi in un trampolino di lancio per la nostra comunità. Ringrazio il Comune per averci permesso di realizzare l’opera in questi splendidi locali“.

Tra le particolarità del centro troviamo la sala immersiva dove viene proiettato un video del territorio paternese, in cui è possibile cogliere alcuni dei paesaggi più caratteristici come le Salinelle, il Castello Normanno, l’Etna e il fiume Simeto. 

Possiamo trovare anche la sala dedicata alla libreria multimediale con volumi dedicati a diverse sezioni, come percorsi naturali, tradizioni, siti archeologici e musei, illustrati grazie alle fotografie di Giuseppe Barbagiovanni. 

Presenti all’inaugurazione c’erano le istituzioni cittadine, con il sindaco, Mauro Mangano, l’assessore alla cultura, turismo e pubblica istruzione, Valentina Campisano, l’assessore alle attività produttive, Agostino Borzì, l’assessore allo sport, Alfredo Minutolo, l’assessore all’ambiente, Salvatore Milicia, il presidente del consiglio comunale, Laura Bottino, e il presidente della commissione consiliare alla cultura e pubblica istruzione, Antonio Arena. Sono intervenuti anche  l’onorevole Nino Lombardo e le istituzioni militari, rappresentate dalla polizia municipale, la guardia di finanza, carabinieri e l’aeronautica militare. A benedire il centro, il Parroco della Chiesa di S. Barbara, don Salvatore Magrì. 

Francesca Guglielmino