Soccorso
 

Immigrazione: sventata l'ennesima tragedia nel Canale di Sicilia

17 apr 2016 - 17:40

PALERMO - Ancora una tragedia sventata nel Canale di Sicilia grazie all’intervento dell’associazione internazionale Mediterranee, che ha soccorso 116 persone, tra cui 20 donne e un bambino.

Nelle prime ore del mattino della giornata di ieri, la nave Aquarius ha dato assistenza ad un gommone in difficoltà, complici le avverse condizioni del mare, con onde molto alte.

Una volta presi a bordo, i migranti sono stati sottoposti ad analisi mediche dall’equipe di Medecine du Monde. Quattro persone a bordo erano state ferite da colpi di arma da fuoco. Un altro uomo, invece, è stato trasportato in barella per alcuni problemi alla colonna vertebrale. 

I profughi provenivano da ogni parte dell’Africa: Costa d’Avorio, Gambia, Guinea Konakry, Mali, Nigeria, Senegal, Togo, Camerun, Sudan e Liberia. Con l’intervento di ieri, la nave Aquarius è intervenuta per la quarta volta in soccorso di persone che scappano dal proprio paese per le difficili condizioni, politiche, economiche e sociali.

Redazione NewSicilia