Controlli
 

Igiene e sanità nei bar: prodotti scaduti e cattiva conservazione da "Balsamo", migliaia di euro di verbale. Verifiche anche da "Quaranta" e "Zito"

Comments

comments

8 feb 2017 - 11:47

CATANIA – Proseguono i controlli su igiene e sanità nei locali catanesi.

Questa volta, le verifiche si sono soffermate in piazza Mancini Battaglia nel bar “Balsamo”. Nello specifico, all’interno di alcuni pozzetti congelatori è stato trovato un significativo quantitativo di prodotti surgelati e non contrassegnati come tali nell’apposito menù esposto al pubblico: per tale motivo, la titolare è stata indagata in stato di libertà, ai sensi dell’art. 515. Codice penale, per il reato di frode in commercio. È stato, inoltre, ritrovato anche cibo indebitamente congelato – nello specifico carne e pane – fatto per il quale la medesima titolare è stata denunciata, ai sensi dell’art. 516 c.p., per vendita di alimenti non genuini. Sono state riscontrate anche scarse condizioni igienico-sanitarie e modifiche alle attrezzature, ragione per la quale sono scattate sanzioni pari a 2 mila euro ai sensi del reg. C.E. 852/2004, e anche due confezioni di alimenti scaduti (una il 31 gennaio e una il 9 dicembre 2016); sono stati trovati pure alimenti privi di tracciabilità e, infine, è stata contestata la mancata implementazione delle procedure in autocontrollo in materia di conservazione di alimenti già cotti e da utilizzare successivamente. Per queste violazioni sono stati emessi verbali per 3.500 euro. Inoltre, i controlli sono stati estesi anche alla materia urbanistica e alla sicurezza nei luoghi di lavoro: in tali settori sono state accertate diverse violazioni che hanno fatto sorgere a carico della titolare una terza denuncia ai sensi del Decreto 81/2008 e sanzioni amministrative pari a 6.600 euro. Il totale sanzioni effettuate a carico del Bar Balsamo ammontano a 12.100 euro.

Nel mirino anche il bar “Quaranta”: nella circostanza nessuna violazione è stata rilevata, ad eccezione delle violazioni in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi degli articoli 64 e 68 del Decreto Legislativo 81/2008. 

L’ultimo esercizio controllato nella piazza, a cura dei Vigili Urbani, è stato il bar “Zito” al cui titolare, nella circostanza, è stata contestata la violazione al Decreto Legislativo 37/2008 e ciò in quanto in detto esercizio vi erano cavi elettrici fuori traccia.

Comments

comments

Redazione NewSicilia