Raccolta
 

"Da due giorni non ritirano la differenziata": Catania tra fiumi d'acqua e rifiuti

“Da due giorni non ritirano la differenziata”: Catania tra fiumi d’acqua e rifiuti

Commenti

commenti

7 dic 2016 - 13:07

CATANIA - A Catania, la situazione è stata particolarmente difficile a causa della pioggia e a causa dei ciclici problemi che si verificano ogni qualvolta cadono intense piogge. Stavolta si è aggiunto anche il problema della spazzatura.

Da tempo in molte zone della città si pratica la raccolta differenziata porta a porta, dunque i sacchetti, contenenti ogni sera un tipo di rifiuto diverso, vengono lasciati davanti al portone di casa ed entro le 23 vengono ritirati. Ma non sempre…

Siamo stati contattati da una lettrice che, al contrario, ci ha testimoniato quanto negli ultimi due giorni nulla del genere sia accaduto: davanti ai portoni, infatti, sono rimasti quegli stessi rifiuti messi lì giorni fa dai residenti.

In sostanza, in alcune vie centrali catanesi non è stata fatta alcun tipo di raccolta. Nello specifico, da due giorni in via Trieste e in via Milano e in via Monfalcone.

“È una situazione esasperante per i cittadini della zona che vedono i marciapiedi ormai pieni zeppi di immondizia - dichiara una nostra lettrice -. Anche il proliferare degli animali che strappano le varie buste per poi trascinare il contenuto per strada è davvero insopportabile”.

Purtroppo non si tratta di un caso isolato, ma pare che da quest’estate la faccenda si sia ripetuta più volte. Se in estate il caldo lasciava un cattivo odore nell’aria, oggi con la forte pioggia vediamo praticamente i sacchetti navigare per tutta la città.

“Non è possibile ignorare lo stato in cui si trova Catania, dove tra non molto non si potrà più camminare sui marciapiedi - rincara la lettrice -. Un disagio visibile e tangibile non solo per gli abitanti degli appartamenti che si trovano in zona, ma anche per le attività commerciali che vedono penalizzato il loro esercizio”.

E poi aggiunge:

“La raccolta differenziata è sicuramente importante, ma deve essere fatta con serietà sia da parte dei cittadini che dell’amministrazione, la quale aveva garantito dei controlli che non ci sono mai stati. Non è un caso, infatti, che molte persone non differenzino la spazzatura o che addirittura la lascino agli angoli della strada“.

 

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



Lascia un Commento