Irregolarità
 

Gestisce attività artigiana senza autorizzazioni e minaccia il proprietario delle botteghe: denunciato

Commenti

commenti

10 giu 2017 - 15:12

CATANIA - Nei giorni scorsi la polizia di Catania ha controllato un laboratorio artigianale di impiantistica elettrica e idraulica nella zona nord di via Etnea. Il proprietario dell’attività era sprovvisto della relativa autorizzazione all’albo delle imprese artigianali e così è stato multato per 860 euro.

In seguito i controlli sono stati estesi presso i depositi in uso all’artigiano nello stesso esercizio pubblico. Tempo fa il proprietario di questi immobili, persona diversa dal gestore del laboratorio, aveva sporto una denuncia nel vicino commissariato di polizia dove lamentava, tra l’altro, l’occupazione senza titolo delle botteghe da parte dell’artigiano che lo aveva anche minacciato nel caso in cui avesse adito le vie legali, fatto per cui è stato indagato per il reato di minaccia e violenza privata.

E per i reati minaccia e violenza privata, è stato denunciato anche il figlio del gestore per avere spalleggiato il padre nel minacciare il proprietario delle botteghe. All’interno dei depositi è stata accertata un’ingente raccolta illegale di rifiuti speciali come legname, materiale ferroso, lastre di vetro e di marmo, mattonelle e altro ancora.

Inoltre i depositi non sono risultati idonei e con gravi carenze strutturali, a tal punto da vietare l’ingresso a persone. Il gestore di questa raccolta illecita di rifiuti è stato indagato in stato di libertà per raccolta illecita di rifiuti urbani e speciali pericolosiGli immobili sono stati sottoposti a sequestro preventivo, mentre il materiale pericoloso e i rifiuti promiscui sono stati affidati allo stesso indagato, ai fini della custodia giudiziaria.

 

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia