Bilancio
 

Gelo in Sicilia: la conta dei danni. Randazzo tra i paesi più colpiti

Commenti

commenti

9 gen 2017 - 19:20

CATANIA - La forte ondata di gelo e neve ha causato non pochi danni: tra i paesini più colpiti c’è sicuramente Randazzo dove i vivai sono andati completamente distrutti a causa del forte freddo. Nello specifico, la situazione è abbastanza critica in contrada Statella.

Situazione simile in altre zone della Sicilia: a Palermo, i sanitari hanno soccorso tre dializzati di Valledolmo che dovevano sottoporsi a terapia all’ospedale di Lercara Friddi. Le strade, a causa della neve, sono ancora bloccate. I tre pazienti sono stati trasportati in elisoccorso. 

Inoltre a causa della neve le Ferrovie dello Stato hanno soppresso alcune tratte con il treno in Sicilia, sostituite da un servizio bus. Siremar comunica che la motonave “Antonello da Messina” non effettuerà la corsa sulla tratta Palermo-Ustica “a causa del peggiorare delle avverse condizioni metereologiche”. La motonave “Vesta” per gli stessi motivi è stata costretta a saltare lo scalo di Favignana mentre la “Pietro Novelli” ha anticipato la partenza da Pantelleria alle 9″. La nave veloce “Isola di Vulcano” ha sospeso la corsa prevista in mattinata sulla tratta Milazzo-Eolie. La motonave “Filippo Lippi” è stata costretta a non approdare a Vulcano per forte vento da Nord-Est.

E ancora, la Prefettura di Enna, proprio per far fronte all’emergenza difficile da gestire e arginare ha chiesto l’intervento dell’Esercito. I militari giungeranno per fare una ricognizione del centro storico e delle campagne, soccorrere anziani, malati e disabili e gli animali delle aziende agricole isolate, che rischiano di morire per assideramento e mancanza di cibo.

Attesi rinforzi per la giornata di domani martedì 10 gennaio.

“La situazione è molto difficile – spiega il sindaco – e da soli, purtroppo, non ce la possiamo fare. Stiamo facendo il possibile, ma le richieste di aiuto sono tante e non siamo in grado di fronteggiarle tutte e con i mezzi adeguati”.

Infine, il maltempo di questi ultimi giorni ha causato gravissimi danni anche all’agricoltura.  

È per tale ragione che è arrivata la richiesta di aiuto per le aziende agricole etnee dal presidente di Confagricoltura Catania Giovanni Selvaggi: “Riceviamo continue segnalazioni da parte dagli associati di Confagricoltura di Catania e provincia di danni ingenti alle loro attività. A Randazzo sono crollate, sotto il peso della neve, le coperture di alcuni vivai e anche in contrada Sferro e in tutta la Piana di Catania i danni sono ingenti”.

“I tecnici della nostra confederazione hanno già cominciato ad effettuare dei sopralluoghi nelle aziende della provincia per avere in tempi brevi una prima stima dei danni”.

“Ancor prima che cessi l’eccezionale ondata di freddo dobbiamo cominciare a lavorare tutti insieme: imprenditori, istituzioni e politica, perché il maltempo non si trasformi in crisi irreversibile per centinaia di aziende già colpite dalla grave crisi economica degli ultimi anni”, conclude il presidente di Confagricoltura Catania.

Commenti

commenti

Rossana Nicolosi



Lascia un Commento