Campionati Studenteschi
 

Le finali provinciali di Campestre

19 feb 2016 - 12:02

CATANIA - “Pochi ma buoni”. Potrebbe essere questo lo slogan delle finali provinciali di corsa campestre dei Campionati Studenteschi 2015-2016, che si sono svolte ieri al Campo Scuola di Via Grasso Finocchiaro a Catania.

Un altro anno scolastico, quello attuale, che dal punto di vista sportivo risente della protesta dei docenti di educazione fisica che lamentano la notevole diminuzione delle ore dedicate alle attività extracurricolari. E ciò, a causa della riduzione dei finanziamenti dedicati allo sport scolastico da parte del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). Motivo che, a Catania come in molte altre province siciliane ed italiane, ha spinto la stragrande maggioranza degli insegnanti a svolgere l’attività dedicata ai Campionati Studenteschi solo fino alla fase d’istituto.

Tuttavia, se per le scuole di primo grado in occasione delle gare di corsa campestre il blocco è stato pressoché totale, per il secondo grado sono state otto le istituzioni scolastiche che si sono presentate ai nastri di partenza per dar vita alle corse delle categorie allievi e junior sia maschili sia femminili.

In una giornata uggiosa che ben presto si è trasformata in piovosa, tutto è filato liscio grazie all’organizzazione dell’Ufficio Educazione Fisica dell’Ambito Territoriale di Catania (quello che una volta era meglio conosciuto come il “Provveditorato” ndr) che si è avvalso della collaborazione di docenti distaccati e volontari. Una menzione particolare va al professore Andrea Mola (che cura la parte informatica-organizzativa delle gare); ai docenti ormai in pensione ma sempre “volontari” attivi sul campo, Toruccio Di Maria e Ignazio Cannavò; ai docenti-giudici Salvo Bracci, Luigi Pennisi, Andrea Leonardi, Antonio Melissa, Tiziana Di Raimondo e Melania Rella.

Ma i veri protagonisti, come sempre, sono stati loro: gli alunni e i docenti-preparatori. Alla fine, soddisfacente è risultato anche il tasso tecnico delle singole gare che non solo hanno laureato i campioni provinciali (sia a squadre sia individuali) ma hanno anche costituito il passaporto per le finali regionali che si disputeranno martedì 1° marzo a Siracusa.

Nella classifica Allieve la vittoria è andata al liceo scientifico “Galileo Galilei” di Catania anche se il titolo provinciale di categoria è stato vinto dall’alunna Angela Scavo dell’Istituto “G. B. Vaccarini” di Catania.

Nella categoria Allievi squadra campione provinciale si è laureata quella dell’ITAER “A. Ferrarin” di Catania mentre il titolo individuale è andato all’alunno Daniele Pennavaria del “Lombardo Radice” di Catania.

Tre le scuole che hanno preso parte alla categoria Juniores femminile con il titolo vinto dal liceo scientifico “Boggio Lera” di Catania che ha anche ottenuto il primo posto individuale con l’affermazione dell’alunna Giulia Ragonese.

Cinque, infine, gli istituti partecipanti alla categoria Juniores maschili che ha sancito la vittoria dell’ITAER “A. Ferrarin” di Catania. In questo caso, il titolo individuale è andato all’alunno Marco Rotili del liceo scientifico “Galileo Galilei” di Catania.

Di seguito, alcuni momenti delle gare.

 

Redazione NewSicilia