Cerimonia
 

Festeggiamenti per il 242° anniversario della guardia di Finanza. Manna: "Risultati operativi significativi"

23 giu 2016 - 12:48

CATANIA - Anche quest’anno, in aderenza alle direttive emanate dal Comando Generale della Guardia di Finanza, l’evento ha avuto carattere rigorosamente “interno”, con la presenza delle sole rappresentanze del Corpo.

Il Comandante Provinciale, Roberto Manna, ha comunque colto l’occasione per sottolineare la particolare importanza e solennità della significativa ricorrenza, da sempre momento di festa, ma, al tempo stesso, circostanza per tracciare un bilancio delle attività svolte e per rimarcare il ruolo sempre più importante che il Corpo riveste a salvaguardia della legalità e a tutela della sicurezza economico finanziaria della provincia etnea e della Nazione.

Dinanzi al Comandante Provinciale era schierata una rappresentanza di tutte le componenti delle Fiamme Gialle etnee, compresi i militari del Soccorso Alpino della Stazione S.A.G.F. di Nicolosi e le unità cinofile antidroga.

Presente anche la rappresentativa locale dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia. Il Col. Manna, rivolgendosi al personale schierato, ha innanzitutto ricordato il sacrificio dei tanti finanzieri caduti in servizio. Per commemorare degnamente i deceduti nell’adempimento del dovere, poco prima dell’inizio della cerimonia interna, il Comandante Provinciale, accompagnato dal Consigliere Nazionale per la Regione Sicilia dell’A.N.F.I. e dal Presidente della locale Sezione, ha deposto una corona al monumento alle Fiamme Gialle ubicato in piazza San Francesco di Paola.

Nel prosieguo del suo intervento, il Col. Manna ha rimarcato i significativi risultati operativi conseguiti dal Comando Provinciale in tutti i settori di servizio: dalla lotta alla criminalità organizzata e allo sperpero di denaro pubblico, al contrasto all’evasione fiscale, alla contraffazione e allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina. Grande l’impegno profuso in quest’ultimo settore, sia sotto l’aspetto della prima accoglienza in occasione dei numerosi sbarchi avvenuti nel porto di Catania, in stretta sinergia con le altre FF.PP. e le diverse istituzioni, sia sotto il profilo investigativo.

Non meno significative anche le operazioni di servizio a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti e quelle nei settori dell’antiriciclaggio e dei controlli valutari.

Il Comandante Provinciale ha quindi rivolto un sentito ringraziamento agli 800 finanzieri impiegati su tutto il territorio etneo per l’impegno e l’abnegazione con i quali quotidianamente esercitano le loro delicate funzioni.

Il Col. Manna ha sottolineato come i risultati ottenuti siano anche il frutto della proficua e fattiva collaborazione di tutte le Autorità e Istituzioni civili e militari della Provincia, della perfetta sintonia con l’Arma dei Carabinieri e la Polizia di Stato nonché della preziosa opera di coordinamento svolta dalla Prefettura e, per le attività investigative, dall’Autorità Giudiziaria catanese. Nel corso della cerimonia sono stati premiati i militari che si sono distinti in attività di servizio di particolare rilievo.

Redazione NewSicilia