Evento
 

Distretto degli Agrumi di Sicilia all'Expo di Milano con "People of Sicily"

14 ott 2015 - 17:23

CATANIA - Il Distretto degli Agrumi di Sicilia con le sue arance rosse e il giallo dei limoni, sbarca a Milano per arrivare all’Expo 2015 con “People of Sicily”.

Sette giorni per i visitatori, dal 16 al 22 Ottobre 2015, che avranno la possibilità di degustare gli agrumi tipici della nostra terra. 

Tra gli appuntamenti, una serie di talk aperti al pubblico con imprenditori agrumicoli, il mondo della ricerca scientifica e universitaria, autorevoli fondazioni internazionali, editoria, chef e un abile mastro cioccolatiere di Modica, capitale siciliana dell’antica tradizione azteca, che creerà un tutt’uno tra il “cibo degli dei” e i “frutti del sole”.

La “gente di Sicilia” sbarcherà a Milano non solo insieme al Distretto e ai Consorzi di tutela – Arancia Rossa di Sicilia Igp, Arancia di Ribera Dop, Limone di Siracusa Igp e Limone Interdonato di Messina Igp e quelli in via di accreditamento (Mandarino di Ciaculli e Limone dell’Etna) – ma anche con alcune aziende e associazioni della filiera: AAT, Agrumigel, Associazione Limone dell’Etna, La Normanna, OP Bella Rossa, Op Rosaria, Oranfrizer, Tardivo di Ciaculli, Tomarchio Bibite, alcune delle quali recenti partner del Distretto.

La Sicilia sarà protagonista nello Spazio Convivio 2 (lungo il Cardo, accanto al Padiglione Italia), non solo con alcuni prodotti tipici dell’Etna, ma anche con alcune esposizioni. Fra le “chicche”, agli appassionati di storia, arte e cultura sarà possibile ammirare la ricchissima collezione di veline originali raccolta negli anni dal prof. Antonino Càtara, docente della facoltà di Agraria (Università di Catania). Si tratta di una selezione di storiche veline con cui si avvolgono tutt’ora arance e limoni siciliani di qualità destinati ai grandi mercati, italiani ed esteri. Un prezioso documento dove marchi, linguaggio e grafica (spesso elementari e molto naif) testimoniano l’evoluzione del linguaggio della comunicazione lungo tutto il Novecento.

Inoltre, da Barcellona Pozzo di Gotto (Me) arriveranno due grandi tele dipinte dagli alunni delle scuola della città con la supervisione di un gruppo di artisti.

Infine, presenza importante che caratterizzerà l’allestimento del Distretto Agrumi sarà un divertente mazzo gigante di carte da gioco siciliane, dove i tradizionali simboli – oro, mazze, coppe e spade – sono sostituiti dalle quattro eccellenze Dop e Igp. Il tutto per alludere ad un “mettiamoci in gioco”, alla volontà di scommettersi ogni giorno, costruendo con le proprie mani il futuro proprio e della propria gente, ovvero del “People of Sicily”.

A tutti i visitatori saranno offerti dei gadget con il tema delle carte da gioco “agrumate”.

 

 

Rossana Nicolosi