Criminalità
 

Derubavano gli autotrasportatori: arrestata banda ad Acicastello

24 dic 2015 - 12:07

CATANIA - Sono sei gli uomini, accusati di rapina aggravata e sequestro di persona, assicurati ieri notte alla giustizia dagli uomini della squadra mobile di Catania.

Gli agenti hanno arrestato Fabio Sebastiano Alonzo, Diego Bonaccorso, Massimo Messina, Rosario Moschitta, Antonio Nigito e Felice Campisi Pollicano nell’ambito di un’operazione finalizzata a tutelare gli autotrasportatori, categoria professionale che a ridosso delle festività natalizie è maggiormente a rischio di subire rapine. L’operazione, parecchio articolata, questa volta si è spinta anche sul fronte “tecnico”: ad essere stati controllati infatti sono stati anche i segnali radio provenienti da apparecchiature antifurto.

Così, nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della squadra mobile di Catania hanno individuato e sventato un progetto di rapina; alcune automobili avevano bloccato la tangenziale di Catania all’altezza dello svincolo per San Giorgio. Nella rete era caduto un grosso camion carico di generi alimentari proveniente dalla zona industriale di Catania. L’autoarticolato è stato a quel punto dirottato verso Acicastello. La polizia ne ha potuto seguire la rotta, giudicata anomala, grazie alle localizzazioni satellitari a bordo delle vetture dei rapinatori.

Gli agenti hanno colto Diego Bonaccorso, Rosario Moschitta, Antonio Nigito e Felice Campisi Pollicano in flagranza di reato: gli uomini infatti stavano già scaricando il tir nella cui cabina era stato intanto collocato un jammer, ossia un disturbatore elettronico di frequenze radio che rende inutilizzabili i sistemi satellitari antirapina. Nel deposito di Acicastello poi gli agenti hanno rinvenuto altra merce, ancora alimenti, proveniente da ulteriori rapine effettuate nel corso di questi ultimi giorni ai danni degli autotrasportatori.

Contemporaneamente Sebastiano Alonzo e Massimo Messina venivano intercettati sulla A 18, nei pressi dell’uscita per Giarre. I due uomini avevano sequestrato uno degli autotrasportatori a bordo del camion dirottato ad Acicastello dal resto della banda. Il bottino, generi alimentari il cui valore di mercato si aggira sui 100.000,00 euro, è stato interamente riconsegnato al legittimo proprietario.

All’interno del deposito inoltre era presente merce per circa 500.000,00 euro: questa potrà essere restituita soltanto dopo delle verifiche sulle aziende che hanno segnalato i furti subiti. Al momento l’intera banda è stata tradotta al carcere di Piazza Lanza.

Valentina Idonea