Denuncia
 

Degrado e abbandono al PalaGalermo e al PalaNesima. Tomarchio: "Bisogna fare qualcosa"

13 gen 2017 - 08:38

CATANIA - La situazione di degrado ed abbandono in cui versa il PalaGalermo è evidente sin dal settembre del 2015. Due anni fa infatti, l’impianto, a pochi passi dal quartiere di Trappeto Nord, subì il furto dei cavi di rame dall’impianto elettrico e la quasi totale distruzione della centralina.

Per l’occasione, Salvatore Tomarchio, presidente della commissione al Patrimonio, denunciò la quasi totale assenza di controlli e protezioni che ha portato a quei risultati che oggi sono evidenti a tutti; meno che all’amministrazione comunale che si ostina qui, come in molti altri impianti cittadini, a non creare una sinergia o una programmazione duratura con le società che operano o che potrebbero operare all’interno di questi impianti.

“Un sito lasciato al degrado è un luogo di emarginazione e incuria che pesa sull’intera collettività - spiega il presidente Tomarchio -. A beneficiare di tutto sono come sempre le organizzazioni criminali e i gruppi di delinquenti che proliferano in questo clima di insicurezza e degrado”.

Al PalaGalermo come al PalaNesima o all’ex istituto Brancati dello Stradale San Teodoro di Librino i delinquenti fanno quello che vogliono perchè sono sicuri di farla franca.

Ai cittadini e alle società sportive non rimane altro da fare se non sporgere denuncia presso le forze dell’ordine.

“Fino a quando si potrà andare avanti in modo così approssimativo? Fino a quando bisognerà sopperire, in modo assolutamente maldestro, alla carenza di una programmazione a breve, medio e lungo periodo? – conclude Tomarchio -. Domande che presto sottoporrò all’attenzione del Sindaco Bianco che dovrà dare risposte a tutti i catanesi”.

Redazione NewSicilia