Burocrazia
 

Danni maltempo, cittadino di Aci Castello chiede intervento del sindaco

14 nov 2015 - 16:29

ACI CASTELLO - Dopo le ultime piogge che hanno messo in ginocchio la Sicilia si contano i danni subiti da ogni singolo cittadino. 

Durante i giorni di pioggia devastante sono rimasti decisamente colpiti esercizi commerciali, abitazioni e anche terreni agricoli come è successo al signor Iano Geraci di Aci Castello. 

Secondo il suo racconto, il signor Geraci è proprietario di una fetta di terreno vicino al torrente di Vallone Grande, tra Aci Castello e Aci Trezza, diviso in due aree dove una parte era dedicata ad una piccola coltivazione di prodotti nostrani, mentre la seconda era dedicata ai coniglietti che allevava.    

Dopo le piogge dello scorso 21 ottobre il suo terreno non è più lo stesso essendo stato totalmente ricoperto da melma e rifiuti fognari.

Quel giorno il torrente, sempre secondo il racconto del signor Geraci, si è ingrossato a causa della troppa acqua che ha causato la rottura delle spallette di contenimento: “Il torrente ha trascinato tutto verso il mare, anche i conigli che erano dentro le loro gabbie“.

L’uomo ha chiesto immediatamente sostegno all’amministrazione comunale di Aci Castello che gli ha consigliato di compilare un modulo per una richiesta di risarcimento. L’uomo dunque si è collegato al sito del Comune ma dopo aver scaricato i moduli in file formato Pdf ha scoperto che questi valgono solo per abitazioni ed esercizi commerciali. 

Durante questi giorni ha chiesto più volte all’assessore all’ambiente, Salvo Danubio, e ai vigili del fuoco di effettuare una prima perizia dei danni, magari parziale. 

Sono stato lasciato da solo - dichiara il signor Geraci - nessuno risponde ai miei appelli!

Allo stato attuale il terreno agricolo, oltre ad essere ricoperto di melma, risulta essere inquinato, motivo per cui necessita di una bonifica totale.

Adesso l’appello d’aiuto del signor Geraci è diretto al sindaco, Filippo Drago, che ha prontamente risposto: “Io sono e sempre sarò a disposizione dei miei cittadini, non solo come sindaco ma sopratutto come Filippo Drago. Sono pronto ad aiutare personalmente chiunque abbia bisogno di un aiuto per compilare il modulo con le dovute modifiche“.

Francesca Guglielmino