Cerimonia
 

Daniele Garozzo, grandi emozioni alla “Conferenza su sport e fede” con Papa Francesco

6 ott 2016 - 19:00

ACIREALE - Una giornata indimenticabile, proprio come quella dello scorso 7 agosto, nella quale ha vinto l’oro a Rio 2016.

Il campione olimpico di fioretto maschile individuale, Daniele Garozzo, ha solo 24 anni, ma continua a collezionare esperienze tanto uniche quanto esaltanti, rendendosi ancora una volta protagonista anche fuori dalla pedana.

Oggi, infatti, il fiorettista acese ha partecipato alla cerimonia inaugurale della “Conferenza mondiale su sport e fede”, organizzata in Vaticano dal Pontificio Consiglio della Cultura, alla quale hanno preso parte Papa Francesco, il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, ed il presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Thomas Bach.

L’atleta del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle è stato invitato per l’incontro mondiale tra leader dello sport e leader religiosi, condividendo questa giornata con sportivi del calibro di Igor Cassina, Bebe Vio, Andrea Lo Cicero ed Alex Del Piero, quest’ultimo chiamato a dare il simbolico “calcio d’inizio” dell’evento, durante il quale lo schermidore etneo ha vissuto uno dei momenti più toccanti della sua vita, regalando un fioretto al Santo Padre.

“Oggi ho provato un’emozione indescrivibile ha dichiarato Daniele Garozzo al termine della cerimonia inaugurale . Posso dire senza ombra di dubbio che questa è stata una delle giornate più belle della mia vita. Aver partecipato a questo evento con il Santo Padre, il segretario delle Nazioni Unite e il presidente del Comitato Olimpico Internazionale mi inorgoglisce non solo come sportivo, ma soprattutto come uomo. Nel momento in cui ho regalato il fioretto a Papa Francesco avevo i brividi e credo che ricorderò questa sensazione per sempre. Mi sento davvero fortunato ad aver vissuto una giornata come questa, perché mi ha arricchito tantissimo da tutti i punti di vista. Cercherò di farne tesoro, impegnandomi sempre di più a trasmettere i giusti valori a chi mi vede come un modello da seguire”.

Rossana Nicolosi