Edilizia scolastica
 

Crepe, infiltrazioni d'acqua e muri pericolanti: benvenuti al circolo didattico De Amicis

19 nov 2015 - 09:59

CATANIA - Infiltrazioni d’acqua, intonaci scrostati, muri di cinta pericolanti: ecco la situazione che vivono ogni giorno i bambini che frequentano il circolo didattico “De Amicis” di via Merlino a Catania. Centinaia di alunni che ogni giorno vanno a scuola in condizioni estreme con i genitori che quotidianamente segnalano disagi di ogni tipo.

Il vicepresidente della IV Municipalità, Giuseppe Zingale, con il presidente della commissione municipale Mirko Giacone, hanno effettuato un primo sopralluogo all’interno della scuola per verificare le varie segnalazioni. Quello che hanno riscontrato è una scuola devastata: le spaccature nei muri sono profonde ed evidenti; i bambini giocano tra erbacce molto più alte di loro; ogni giorno dal tetto piovono pezzetti di intonaco.

Come se questo non bastasse in alcuni angoli del plesso sono state accatastate montagne di vecchie sedie e banchi ormai inutilizzabili, senza alcuna recinzione per impedire ai piccoli di farsi male.

Come se questa situazione non fosse già abbastanza grave anche il confinante cantiere della circumetnea, crea non pochi disagi. I lavori della metropolitana hanno danneggiato il muro di cinta, favorendo le infiltrazioni d’acqua che, durante le piogge, hanno provocato allagamenti nel cortile interno. Anche dal soffitto le infiltrazioni hanno danneggiato alcune aule della scuola materna.

I genitori chiedono sicurezza per i propri figli che hanno diritto ad andare a scuola; in una scuola sicura.

Viviana Mannoia