Danza
 

"Core/Demetra" mette in scena la società di oggi

9 nov 2015 - 20:07

CATANIA - Il grande spettacolo “Core/Demetra” ha riscosso un grande successo. Dopo quattro anni lo spettacolo è stato riportato in scena dopo continue evoluzioni ispirandosi alla società di oggi.

Giovanna Velardini, coreografa palermitana, associata a Scenario Pubblico con il progetto ACASA ha messo in scena uno spettacolo ideato quattro anni fa e da allora ha avuto nemerose evoluzioni. “Perché è con il tempo che il progetto matura e si sviluppa pienamente”, afferma la coreografa.

Spettacolo ispirato pienamente al mito di Demetra che parla della società moderna ormai in bilico e aggressiva. “Una società che è diventata un inferno, dove esiste un problema di identità e di valori e in cui il dio denaro è l’unico venerato”.

Materiali di scena insoliti come polli interi e pezzi di pollo, simulazioni di violenza carnale e tante mammelle, ma anche una grossa faccia che rappresenta Demetra. Velardi decide di mettere in scena la pericolosità della nostra società attraverso ciò che ci dà da mangiare. “Perché è compito dell’artista raccontare e non si poteva mettere in scena una società cruda senza esserlo”.

La sua opera è un mix tra danza, video performance e teatro, grazie alle cinque donne protagoniste Stellaria Di Blasi, Simona Miraglia, Sabrina Vicari, Tiziana Passoni e Valeria Zampardi e i fantastici assoli della coreografa.

 “Questo mio lavoro prende spunto dal mito di Demetra, ma ciò che mi interessava approfondire è l’apparenza del potere e sono convinta che sia necessario il recupero della società matriarcale che al contrario dell’odierna è caratterizzata dalla riflessione piuttosto che dal dominio e dal potere”, conclude Giovanna Velardi.

I prossimi appuntamenti saranno il 14 novembre 2015 alle ore 18,00 “Danzare la storia” (lezioni di danza per danzatori e non), e il 21/22 novembre 2015 con lo spettacolo “Forbidden Destination” di Giovanni Scarcella.

Redazione NewSicilia