Maltempo
 

Continuano le forti piogge: nuovi danni e disagi. Intanto è "bufera" contro Bianco

Commenti

commenti

7 dic 2016 - 17:19

CATANIA - Il maltempo sembra non voler lasciare il capoluogo etneo. Anche oggi, dopo l’allerta arancione lanciata ieri sera dalla protezione civile, si sono registrati numerosi disagi in seguito alla violenza delle piogge.

Anche nella giornata odierna, i vigili del fuoco di Catania sono dovuti intervenire in particolare nella zona antica della città, nel quartiere di Librino e in generale in tutto l’hinterland catanese. Da registrare oltre ai numerosi allagamenti, anche parziali crolli di cornicioni di molte case con danni ai mezzi posteggiati nei paraggi. Tra i casi maggiormente pericolosi è da registrare quello di Via Volturno.

In tal senso, continua a far discutere la decisione del sindaco di Catania, Enzo Bianco, il quale ha deciso di non prendere alcun tipo di provvedimento. Le scuole di qualunque ordine e grado, così come l’università, la quale però dipende dalle decisioni del rettore, sono rimaste aperte. In molti comuni, invece, i sindaci hanno operato per chiudere le scuole e mettere in sicurezza gli studenti.

Esponendo la sua non approvazione nei confronti del sindaco, ha voluto esprimersi il consigliere della IV municipalità di Catania Erio Buceti, il quale ha dichiarato come i disagi e i problemi restino enormi per tutta la città di Catania e specialmente per la IV municipalità attraversata ogni giorno da migliaia di pendolari che da Paternò, Adrano e Misterbianco devono raggiungere il centro di Catania, che non possiede un sistema di condutture adeguato e raccoglie l’acqua piovana proveniente dai paesi dell’hinterland etneo.

Numerosi danni e disagi si continuano a registrare anche a San Giovanni Galermo, dove i forti temporali di questi ultimi giorni non hanno dato tregua, colpendo maggiormente via Luisella, via Fasano, via Barriera, via Macello, via Acquario, via Villa Flaminia, via San Pietro Clarenza, via Girolamo Gravina. Il consigliere comunale Giuseppe Catalano, insieme al vice presidente della IV municipalità Giuseppe Zingale, hanno chiesto urgentemente al primo cittadino di Catania, Enzo Bianco, di farsi promotore di quel piano di interventi definitivo che consenta al quartiere di San Giovanni Galermo di non finire letteralmente sott’acqua durante le piogge torrenziali.

Il tratto finale di via Maestri del Lavoro ha subito un allagamento pesante, dove per via di quanto detto è impossibile transitare. In questi due giorni le segnalazioni ai vigili del fuoco e alla polizia municipale sono state tante. A destare preoccupazione tra i cittadini ci sono pure i vecchi edifici. Tra infiltrazioni ed umidità, infatti, il rischio è che dalle facciate vengano giù intonaci e calcinacci finendo poi in strada. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



Lascia un Commento