Camposanto
 

Cimitero di San Giovanni Galermo pieno e in brutte condizioni: "Chiediamo un intervento immediato"

21 dic 2015 - 08:37

CATANIA - Niente più posti disponibili e necessità di allargare lo spazio: al cimitero di San Giovanni Galermo si lavora per allargare la struttura. Oggi, molte persone devono seppellire i propri cari nell’altro camposanto della città etnea. 

Il quartiere, oltre quello di Zia Lisa, è l’unico ad avere un proprio cimitero. Fino al 1926, infatti, San Giovanni Galermo costituiva un paese a sé. Poi, sotto il regime, fu accorpato al comune di Catania perché ritenuto troppo piccolo.

Questo non ha consentito la giusta espansione e proporzione del territorio e dello spazio riservato alla tumulazione. Oggi, infatti, solo 3 mila metri quadrati sono a disposizione di una comunità di oltre 20 mila abitanti.

Ma, allargare la struttura non è l’unica priorità se si considera che i bagni sono in pessime condizioni, i loculi sono danneggiati e molti cavi elettrici rappresentano un pericolo per chi fa visita ai propri cari. E, ancora, si deve sottolineare come a peggiorare la situazione sia la spazzatura sparsa ovunque.

A meno di una costruzione di un nuovo cimitero, che sembra essere troppo costosa, l’unica soluzione rimane quella di allargare l’attuale spazio a disposizione sfruttando i terreni abbandonati adiacenti.

 

Andrea Lo Giudice