Inciviltà
 

Cera e rifiuti: il dopo Sant'Agata

6 feb 2016 - 13:47

CATANIA - Cera ovunque per via Etnea. Bottiglie di plastica e di vetro, fazzoletti e tanta altra spazzatura padroneggia su tutta la pavimentazione del centro storico.

Si risveglia così Catania, dopo la festa di Sant’Agata, uno dei momenti più importanti dell’anno nella tradizione etnea.

E mentre i devoti ne approfittano per riposarsi e andare a dormire dopo il lungo tour de force, a pagarne le spese sono i netturbini e i turisti accorsi nel capoluogo etneo che si trovano faccia a faccia con una situazione di totale degrado.

Ed è qui che ritorna sempre il solito interrogativo: troppo pochi i cestini a Catania?

È davvero questa la causa del comportamento lascivo dei catanesi o si tratta di maleducazione che per questi tre giorni ha regnato sovrana?

Sui social gli utenti già fanno sentire la loro vena polemica senza tralasciare la classica ironia catanese: “Arricugghitivi a munnizza”.

Vittoria Marletta