Narcotraffico
 

Catturato un corriere della droga: latitante dal 2011

24 dic 2015 - 08:30

SICILIA - La polizia stradale di Buonfornello (Palermo) ha catturato qualche ora fa Azouz Belhaoues, conosciuto anche come “Karim“, con l’accusa di essersi reso latitante a partire dal 2011, data in cui era stato ritenuto coinvolto in una grossa indagine relativa al narcotraffico nelle province di Catania e Ragusa.

L’uomo, 43 anni e originario dell’Algeria, una volta al cospetto della polizia, ha ammesso di essersi nascosto per tutti questi anni proprio per sottrarsi all’arresto. La sua prima imputazione risale infatti al 29 gennaio del 2011; a seguito della conclusione della cosiddetta “Operazione Rewind” 150 agenti della polizia hanno catturato 40 individui. Ciascuno di essi contribuiva, in varia misura, ad incrementare il mercato della droga in varie province italiane (soprattutto Catania, Palermo, Agrigento, Napoli, Parma, Reggio Emilia, Milano, Prato, Trapani e Siracusa).

Karim, in particolare, era uno dei corrieri della droga: il suo compito consisteva nello smerciare sostanze stupefacenti in tutta la Sicilia, considerando comunque Vittoria (Ragusa) la “casa base”. Il latitante è stato, per sua sfortuna, intercettato dalla polizia stradale di Buonfornello la quale, risalita all’identità dell’automobilista, ha subito avvisato gli agenti della squadra mobile di Ragusa.

In un primo momento Karim aveva comunque tentato di trarsi in salvo fornendo false generalità, la polizia ha però deciso di prendere le impronte dell’automobilista e di confrontarle con quelle in archivio. Antonino Ciavola, commissario capo della polizia di Ragusa, ha così commentato la cattura del latitante: “La polizia di stato di Ragusa continua senza sosta l’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, sia per quanto concerne lo spaccio cosiddetto di <<piazza>> che quello del narcotraffico“. Le parole del commissario non possono che trovare conferma nel gran numero di fermi riconducibili al narcotraffico effettuati a Ragusa nel corso di quest’ultimo anno.

Valentina Idonea