Eventi
 

"Ragazza per il cinema" è una sedicenne romana

6 set 2015 - 16:23

CATANIA - Spettacolo e fascino in piazza Università a Catania, per la 27esima edizione del concorso nazionale “Una Ragazza per il Cinema” dei patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo. A condurre il direttore del settimanale “Nuovo”, Riccardo Signoretti, assieme alla showgirl Carmen Russo.  

Alla fine dello show dedicato alla moda, sono state assegnate due “Fasce Nazionali”. La “Fascia Moda” è stata conquistata da Edera Tulbure, 16 anni di Torino. Secondo posto per Krystyn Soares, 18 anni di Napoli e terzo posto per Angela Etiope, 15 anni di Napoli.

La “Fascia Fotogenia” è stata assegnata a Elisa Pepè Sciaria, 16 anni di Roma. Elisa ha vinto anche il concorso. È lei la “ragazza per il cinema 2015″.

Al secondo posto, Naomi Moschitta, 15 anni di Catania e terza classificata Karina Shynkarova, 19 anni di Bologna. Altre Fasce sono state attribuite dagli sponsor della manifestazione.

Le concorrenti sono state perfette nelle passerelle curate e trasformate in vere e proprie coreografie da Garrison Rochelle, con la presenza di due bodybuilder e l’entusiasmante balletto del gruppo di giovanissimi della scuola “A ritmo del cuore” di Catania. Dopo le sfilate in costume e in abito elegante, grande consenso ha ottenuto quella con gli abiti da sposa di Carmela Motta, con l’applauso in più per la patron ed ex miss Daniela Eramo, che indossava un vestito appositamente creato per lei.

Profondamente emozionante il monologo di Giulia Todaro sulla tragica storia di una ragazza che ha abortito. Ampi consensi per la bravissima Paola Marotta di “Amici di Maria De Filippi”, accompagnata alla chitarra da Peppe Mila dei Tinturia, che ha eseguito “Storia d’amore” di Celentano e l’inedito “’Amore non dimentica”.
Infine, la simpatia prorompente di Marco Mugavero in arte Marvin, con le sue imitazioni di cantanti famosi come Mengoni e Fedez, caricaturizzati anche nei testi dei loro pezzi più popolari. 

A conclusione della manifestazione si è svolta all’hotel “Capo dei Greci” di Sant’Alessio Siculo la conferenza stampa con la proclamazione ufficiale della vincitrice del concorso. Sono intervenuti: i patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo insieme al figlio Nicolas Lo Presti. Il direttore artistico, Ernesto Trapanese, la Ragazza per il Cinema 2014, Giulia Todaro, i registi Federico Moccia e Rossella Izzo oltre al conduttore dell’evento, Riccardo Signoretti.

Grande entusiasmo all’annuncio del patron Lo Presti e del regista Moccia dell’idea nata proprio in questi giorni, di realizzare un film ambientato durante lo svolgimento del Concorso Una Ragazza per il Cinema. “Proprio ieri sera – ha detto Lo Presti – Moccia ci ha rivelato il progetto di scrivere una sceneggiatura sul nostro Concorso. Era un nostro sogno già da tempo ed ora sarà realizzato dalla persona più adatta”.

“Mi piacerebbe raccontare una storia che si svolge dietro le quinte di Una Ragazza per il Cinemaha rivelato Moccia -, con le emozioni delle giovani partecipanti, le loro situazioni sentimentali e tutto il contorno di mamme e staff che ruota attorno”.

Il patron ha poi tracciato un bilancio dell’edizione 2015 che “è certamente positivo, proprio in virtù del feedback degli stessi ospiti, che ci hanno trasmesso le loro impressioni su una realtà in evidente continua crescita, cogliendo in questa manifestazione un momento importante che fornisce alle concorrenti una formazione e reali opportunità”.

Per la prossima edizione del Concorso certamente qualcosa bolle in pentola, ma Lo Presti non ha voluto anticipare nulla, se non fornire un sibillino indizio dichiarando: “Siamo molto ambiziosi e vogliamo diventare i numeri uno”.

Daniela Eramo sempre mamma-sorella-amica delle concorrenti ha auspicato che “le ragazze siano sempre grintose anche nella vita, così come lo sono adesso per conquistare la fascia”. Inoltre, ha espresso soddisfazione per l’entusiasmo dimostrato dagli ospiti che, trascinati dal clima coinvolgente, hanno lanciato nuove iniziative e nuovi riconoscimenti.

Il direttore artistico Ernesto Trapanese, instancabile organizzatore dietro le quinte ed eccellente presentatore della serata di giovedì scorso, ha voluto sottolineare il clima disteso di quest’anno: “Le ragazze sono state collaborative e si sono impegnate: tutto è andato per il meglio”.

Emozionatissima Giulia Todaro, già con la mente al futuro: “Questo anno in cui ho mantenuto il titolo di Una Ragazza per il Cinema, ha costituito una tappa fondamentale per la mia vita. Certo, non posso negare che mi dispiace lasciare la fascia, ma adesso devo pensare a cosa fare da lunedì prossimo: ho già la prospettiva di partecipare ad una nota fiction televisiva… ma non posso dire quale”.

Ma a rivelare il titolo della fiction ci ha pensato Lo Presti: “Squadra Antimafia”.

Rossella Izzo ha comunicato la decisione di donare ad una ragazza scelta tra le giovani in gara, una borsa di studio di un anno, per frequentare la scuola di cinema Actor’s Planet Luiss, nella quale è direttrice artistica.

Da Signoretti “i complimenti alle ragazze che sono state impeccabili nelle serate, dimostrando una grande voglia di andare avanti”.

Santi Liggieri