Protesta
 

Catania: sit-in dei dipendenti comunali della direzione ecologia e ambiente

Catania: sit-in dei dipendenti comunali della direzione ecologia e ambiente

17 feb 2016 - 18:11

CATANIA - “La nostra azione deve avere una risposta da parte dell’amministrazione Bianco, non possiamo più avere un’amministrazione senza regole: equità, rispetto e garanzia affinché si possa attuare il principio di non discriminazione del personale”.

Ad affermarlo sono Stefano Passarello, segretario provinciale della UIL FPL e Luca Crimi, segretario regionale, al termine del sit-in dei lavoratori della direzione ecologia e ambiente, autoparco e verde del Comune di Catania, svoltosi questa mattina in piazza Università.

Il sindacato lamenta innanzitutto la mancata retribuzione degli straordinari “obbligatori”; la mancata retribuzione delle indennità accessorie (rischio – disagio – reperibilità); la mancata rotazione del personale impiegato nei c.d.

“Progetti”; la mancata fornitura del vestiario; la mancata contrattazione lavoro notturno; i facenti funzioni autisti NU; la specializzazione del personale pozzi neri; la retribuzione integrativa per lavori P.N.; la situazione del progetto autoparco per adeguamento della gestione completa di esso in rispetto delle nuove normative; la differenziazione tra autista mezzo pesante e autista mezzo leggero; gli straordinari per missioni e relativo buono pasto ed indennità (autisti mezzi leggeri) e per il personale amministrativo; la turnazione del personale dell’autoparco; il mancato adeguamento delle attrezzature (informatiche, arredi, officina, lavaggio, ecc.); il rinnovo parco mezzi tranne VV.UU.

Per tutti questi motivi, i due rappresentanti sindacali sono stati ricevuti questa mattina in Prefettura dal viceprefetto, la dottoressa Latina, che si è fatta carico di trasferire “le nostre legittime rivendicazioni al Sindaco”, dicono Passarello e Crimi che aggiungono: “Attendiamo fiduciosi una risposta fattiva, non si può garantire la guida e la gestione della direzione ecologia ed ambiente - autoparco - verde, a dirigenti che non si assumono le loro responsabilità. Siamo soddisfatti della riuscita della manifestazione a cui ha partecipato gran parte del personale utilizzato nella sola direzione, non ci fermeremo qui! Vogliamo che i cittadini possano usufruire dei migliori servizi ma al contempo chiediamo il rispetto delle regole contrattuali, certe e trasparenti”.

 

 

Redazione NewSicilia