Commemorazione
 

Anche Catania ricorda i caduti ANZAC in Sicilia

21 apr 2016 - 14:07

CATANIA - Il prossimo 26 aprile anche Catania si unirà alla commemorazione dei caduti australiani in Sicilia nella campagna militare dell’agosto del 1943.

L’iniziativa è stata proposta dall’Istituto di Cultura Sicilia Australia e vedrà coinvolti l’Ambasciatore d’Australia a Roma, l’Attache’ Militare d’Australia, rappresentanti dell’Ambasciata della Nuova Zelanda a Roma, della Commonwealth War Graves Commission – Mediterranean Office, della USA NAVY/NATO Sigonella, e le varie Associazioni d’Arma di Catania.

La funzione sarà celebrata da don Agrippino Salerno e si concluderà con la deposizione di ghirlande commemorative e la visita alla tombe dei caduti ANZAC (Corpo Esercito Australiano e Neozelandese), che saranno riconoscibili attraverso alcune bandiere australiane e neozelandesi e da papaveri rossi, simbolo di rigenerazione. Nell’agosto del 1943 persero la vita 102 mila australiani e 52 mila neozelandesi. Di questi, 26 australiani e 10 neozelandesi sono sepolti a Catania, mentre 6 australiani e 1 neozelandese a Siracusa, dove la messa verrà celebrata giorno 25.

Una tragedia consumata nel corso dell’operazione Husky, quando le truppe americane, canadesi e inglesi sbarcarono in Sicilia il 10 luglio del 1943. Una missione importante per la liberazione dell’Isola e di Catania dai tedeschi e che ha segnato una pagina importante di storia. Tanto che, a Catania, è stato dedicato un intero museo, il Museo dello Sbarco.

L’incontro è previsto per le ore 9 con una visita alla galleria. Poi, alle 11,30 si terrà la cerimonia commemorativa.

Andrea Lo Giudice