Calcio a 5
 

Catania-Real Dem 2-2: impresa sfiorata dai padroni di casa nel finale

12 nov 2016 - 19:30

CATANIA - Ultimo secondo, ultima azione, ultimo tiro e pallone calciato da Jorge Da Costa che finisce sul palo. Al Catania sfugge la vittoria per una questione di legni, ma il pareggio casalingo per 2 a 2 contro il più quotato Real Dem è certamente un risultato importante, da non sottovalutare. Il Catania ha sofferto, ha perso ancora uomini per gli infortuni, ma è riuscito a conquistare un punto che serve alla classifica, ma soprattutto al morale.

LA PARTITA. Ancora problemi in casa Catania: Dalcin non parte titolare per una botta alla gamba, la porta viene affidata a Gianluca Di Franco. Pronti via e la partita si mette subito male per il Catania che subisce subito due reti in un minuto. Prima Paschoal e poi Fragassi regalano un tremendo uno due alla squadra ospite. Il Catania ci mette un po’ a reagire e a digerire lo svantaggio. Sugli scudi sale ancora una volta Leonardo Moraes che mette a segno il gol dell’1 a 2 e riaccende le speranze rossazzurre, dopo il solito avvio ad handicap. Dopo Marcelo Lombardi, si fa male anche il portiere Di Franco e Dalcin è costretto a stringere i denti e a difendere i pali. Il Catania rischia di subire il terzo gol, ma la punizione di Pedotti colpisce entrambi i pali della porta rossazzurra ed esce fuori. Anche questi sono segnali. Rispetto ai minuti iniziali, in campo, si gioca in perfetto equilibrio: le occasioni per pareggiare al Catania non mancano, ma un po’ per imprecisione, un po’ per la bravura del portiere ospite, il gol non arriva. I legni, per una volta, sono dalla parte del Catania e bloccano anche la conclusione di Rogerio. La prima frazione si chiude con gli ospiti in vantaggio 2 a 1. In avvio di ripresa il legno dice di no al Catania e alla conclusione a botta sicura di Daniele Buscemi, lo stesso numero 6, a metà tempo, sfiora ancora il pari con un colpo di testa deviato in angolo. La pressione rossazzurra aumenta: ci provano Moraes, Da Costa e Buscemi, ma il portiere ospite ferma tutte le conclusioni. Il gol, però, è nell’aria e arriva puntuale quando dinanzi alla potenza di Buscemi il portiere del Real Dem non può nulla. Pareggio meritato per Catania che, adesso, comincia a crederci. La partita diventa bellissima anche perchè il Real Dem non ci sta e cerca di vincere schierando il portiere di movimento: Fumes deve sacrificare il volto per salvare un gol praticamente fatto da Rogerio. Poi è Dalcin a superarsi su Fragassi: il Catania soffre e Fumes, per poco, non segna nella sua porta. Finale al cardiopalma: il Catania gioca l’ultima azione della partita, Buscemi serve Da Costa che controlla, guarda la porta, ma colpisce clamorosamente il palo. Incredibile. Il legno che nel primo tempo aveva salvato i rossazzurri, adesso diventa carnefice e fa si che il match si chiuda sul risultato di 2 a 2 che, comunque, per il Catania è un successo.

LE DICHIARAZIONI. Jorge Da Costa, laterale Catania Calcio a 5: “Non ho delusione per il gol sbagliato, ma solo tanto orgoglio per il lavoro che stiamo facendo. Certo non posso negare che un po’ dispiace per non aver segnato quel gol. Ma, ripeto, sono contento per quello che stiamo facendo: stiamo migliorando dal punto di vista fisico e da quello tecnico. Posso dire che se avessimo avuto questa condizione fin dal primo momento, adesso, potevamo stazionare in posizioni migliori della classifica”. Marcelo Lombardi, centrale Catania Calcio a 5: “La sfortuna sta accompagnando questa squadra già da un po’ di tempo, ma oggi si è visto il vero Catania. Non importa se siamo pochi, importa la voglia, la grinta che questi ragazzi mettono in campo. Abbiamo cambiato metodologia di allenamento, ma nessuno si è lamentato. Anzi. I ragazzi si stanno impegnando moltissimo, ma attenzione a mantenere i piedi per terra. Ancora non abbiamo fatto nulla, ancora il campionato è lungo. Oggi abbiamo solo salito un piccolo gradino, ma ancora dobbiamo soffrire”. Maurizio Ciancio, direttore generale Catania Calcio a 5: “La strada è quella giusta, anzi giustissima. Dopo il cambio di allenatore e qualche gara di assestamento, adesso la squadra dimostra carattere e grinta e risalirà posizioni in classifica. Il progetto Catania va avanti e non solo dal punto di vista sportivo: posso dire che a Natale i ragazzi saranno impegnati in un’iniziativa molto importante dal punto di vista sociale”.

IL TABELLINO

CATANIA: Di Franco, Fumes, Moraes, Da Costa, Lombardi, Bruca, Milluzzo, Buscemi, Scarcella, Siracusa, Capizzi, Dalcin. All. Grasso

REAL DEM: Leofreddi, Fragassi, Rogerio, Paschoal, Pedotti, Iacovino, Dominioni, Repetto, Calderolli, Bartilotti. All. Cardarelli

MARCATORI: 00’30” p.t. Paschoal (RD), 1’45” Fragassi (RD), 5’43” Moraes (C), 9’35” Buscemi (C)

AMMONITI: Dominioni (RD), Buscemi (C), Fumes (C), Dalcin (C), Lombardi (C)

ARBITRI: Giacomo Allotta (Torino), Fabrizio Schirripa (Reggio Calabria)
CRONO: Vincenzo Brischetto (Acireale)

Redazione NewSicilia