Novità
 

Catania: prevista per il 25 luglio inaugurazione nuova darsena del porto

1 lug 2015 - 14:17

CATANIA - Dopo due anni e mezzo di lavori, 81 milioni di euro investiti, una serie quasi interminabile di rinvii e promesse non mantenute, sembra che finalmente la tanto attesa inaugurazione della nuova darsena del porto catanese abbia una data certa: il prossimo 25 luglio.

Questa data seguirà l’apertura parziale prevista tra 10 giorni. A dichiararlo oggi è stato il commissario dell’autorità portuale Cosimo Indaco. L’ultimo della lunga lista degli “stop & go”, sarebbe dovuto alla sostituzione delle bitte per l’attracco delle navi commerciali. Pare infatti che dopo un primo controllo le colonnine di ferro siano state rimpiazzate da nuove capaci di un carico da 300 tonnellate.

“Si tratta di un risultato strepitoso per la nostra città, i benefici saranno grandi considerato che questa diventerà la zona nella quale si concentreranno gli scambi commerciali mentre la parte del porto turistico rimarrà invariata e alleggerita dal traffico proveniente dal mare” – dichiara soddisfatto Indaco -. Motivo di orgoglio per il capoluogo etneo, sono anche i lavori che stiamo eseguendo nella vicina zona che circonda il torrente Acquicella: un’opera di naturalizzazione dell’oasi”.

Da circa tre mesi, infatti, si sta procedendo con la creazione di vasche per la fitodepurazione attraverso l’installazione di alberi e piante di diversa natura che filtranno l’acqua proveniente dalla foce del torrente per poi la restituiscono sempre all’Acquicella.

Non mancano neanche le dune artificiali e zone di vegetazione dove si concentrano diversi tipi di uccelli con l’auspicio che ciò diventi un punto per l’osservazione da parte degli appassionati.

“Ci siamo già messi in contatto con associazioni come il CAI per organizzare dei percorsi guidati che collegheranno questa parte della città con il boschetto della playa e che coinvolgeranno soprattutto i bambini” – continua Indaco -. Questa potrà diventare una tappa turistica di grande importanza. Dopo i murales sui silos, Catania non ferma la sua corsa volta alla rivalutazione della città”.

Vittoria Marletta