Viabilità
 

Catania paralizzata dal traffico: "Urge nuovo piano in vista del Natale"

14 dic 2016 - 18:57

CATANIA – Il countdown natalizio è ormai iniziato. La città etnea si riempie delle luci e dei colori della festività più amata di sempre, la gente si riversa sulle strade e la corsa agli acquisti diventa frenetica.

Ma basta mettersi in macchina per capire che qualcosa a Catania non va. I punti nevralgici del commercio catanese appaiono totalmente congestionati dal traffico e paralizzati dalla confusione.

E così, via Vittorio Emanuele, via Garibaldi, via Umberto, via Etnea, Corso Italia e Via Vittorio Veneto diventano inaccessibili. 

Motivo per cui Carmelo Sofia, presidente della commissione viabilità, si rivolge al sindaco Enzo Bianco per scongiurare il peggio.

Ben vengano le iniziative legate alla creazione di isole pedonali o tutte quelle idee che possano favorire il commercio cittadino, ma ritengo che sia necessario un progetto dettagliato e una macchina informativa tale da evitare possibili disagi e disservizi“.

La preoccupazione cresce se si pensa che, con la chiusura delle scuole, il flusso veicolare aumenterà enormemente mettendo in ginocchio l’intera città.

Strade chiuse, percorsi pedonali, traffico e code sono nodi che pesano non poco sulla vivibilità del territorio – lamenta Sofia -. Serve, quindi, una mobilità alternativa per cominciare ad evitare di congestionare il traffico soprattutto nelle principali porte d’ingresso a Catania: via Domenico Tempio, la circonvallazione, viale Africa, via Messina, Via Sebastiano Catania e via Vincenzo Giuffrida“.

E le preoccupazioni non terminano qui. A creare allarme è, difatti, anche il comportamento irrispettoso di molti cittadini, che violano costantemente il codice della strada

Le macchine vengono lasciate in doppia, tripla fila, accatastate una sull’altra senza rigor di logica, e gli autisti, in preda al delirio, compiono spesso gesti azzardati, che potrebbero diventare pericolosi per se stessi e per gli altri.

In questo contesto – conclude Sofia – è fondamentale collocare pattuglie della polizia municipale per evitare sorpassi azzardati e manovre pericolose che rischiano di mandare la viabilità in tilt. Sistemi di sicurezza che vanno applicati anche alle strade ad alto tasso di incidenti stradali. Una su tutte è sicuramente via Sabato Martelli Castaldi dove negli ultimi anni ci sono stati troppi morti. Proprio qui servirebbero cunette e dissuasori di velocità sul modello già attivo in via Dusmet e in tante altre arterie di Catania“.

Daniela Torrisi