Eventi
 

Ma di Catania: musica e mostra fotografica nel weekend

15 apr 2016 - 18:10

CATANIA - Sono due gli eventi in programma per sabato 16 e domenica 17 aprile al Ma Musica Arte di Catania, in via Vela. 

Nello specifico, nella serata di sabato, prenderà il via la sesta ed ultima puntata della stagione di Retro’it, l’undicesima per l’esattezza del dancefloor vintage firmato dai cinque “direttori” storici, i dj’s Roberto Samperi, Massimo Napoli, Giacomo Cottone, Dario Cinasky e Salvo Borrelli.

I cinque direttori lasciano per una notte la consolle ad un team di dj tutto al femminile, cinque magnifiche ragazze in regia: Sara Condorelli, Ester Messina, Teresa Spina, Simona Pulvirenti e Stella Kalisperatou. In apertura ballo swing con Mr Cinasky e le selezioni dei direttori Salvo Borrelli, Roberto Samperi e di Giacomo Cottone e ancora il sound della Retro’it Orchestra diretta magistralmente da Pandi Spagna.

Il repertorio prevede versioni esplosive di canzoni rese famose da artisti come Mina, Ornella Vanoni, Jovanotti, Pino Daniele, Fred Buscaglione, solo per citare alcuni nomi, ma anche versioni della disco music e dell’house arrangiate in maniera assolutamente nuova e adatte al dancefloor. 

Domenica 17 aprile, invece, è prevista una serata fuori dall’ordinario con No Ordinary Sunday. Dopo l’aperitivo rinforzato, come ogni settimana in Birreria, l’eclettico Alessandro Falcione propone Palco Libero Show, il consueto spettacolo musicale live in prima serata, dove una “famiglia” di musicisti, capitanati da Falcione (voce e chitarra), proporranno un percorso nelle hit internazionali e non.

Palco libero show è sempre più all’insegna della sperimentazione… tra suoni live, loop, e cambi di strumento in corsa.

Per lo spazio d’arte Exhibition con la direzione artistica di Francesco Russo, si inaugura la mostra fotografica “She has a dream” della fotografa siracusana Maria Pia Ballarino, nudi di donna realizzati in collaborazione con Massimo Vecchi.

“I miei lavori sono spesso incentrati su di me e sulle mie esperienze quotidiane, le immagini non sono altro che luoghi dove nascondersi, dove essere liberi e finalmente se stessi. In questo lavoro “She has a dream” mi sono fatta ispirare dalle pareti della casa come se le crepe mi sussurrassero un racconto. Parlo di un incontro che non avviene di un sogno spezzato. Molte volte questo mio auto/fotografarmi diventa terapeutico,​ ​serve come catarsi”.

La mostra sarà visitabile fino a domenica 29 maggio, tutti i giorni (escluso lunedì), dalle ore 20 fino alla chiusura dello spazio Food del Ma.

Rossana Nicolosi