Manifestazione
 

“Catania Medica” fa festa, successi e onorificenze al tradizionale evento di fine anno

“Catania Medica” fa festa, successi e onorificenze al tradizionale evento di fine anno

Commenti

commenti

19 dic 2016 - 06:21

CATANIA - Ieri mattina all’Hotel Sheraton di Catania la “Giornata del Medico e dell’Odontoiatra”, tradizionale appuntamento di fine anno dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Catania.

In una straordinaria cornice di festa, in una affollatissima sala stipata in ogni ordine di posti (circa 1200 presenze) il presidente prof. Massimo Buscema ha condotto in maniera superba una cerimonia coinvolgente e carica di forti emozioni. Nel suo appassionato discorso di apertura il prof. Buscema ha ricordato i tanti traguardi raggiunti sotto la sua presidenza e in particolare l’acquisto della nuova sede (la c.d. Casa del Medico), lo straordinario impulso dato alla formazione dei colleghi con il progetto FormaMedica, coordinato dal dott. Lucio Di Mauro, con la distribuzione a tutti gli iscritti di un volume contenente cinque corsi FAD che consentiranno di acquisire 50 crediti ECM per il 2017, la realizzazione del portale informatico “Catania Medica” che sotto la direzione del dott. Nino Rizzo ha portato ad una straordinaria novità svecchiando e rinnovando l’ormai obsoleto bollettino cartaceo dell’Ordine, trasformandolo in un agile e moderno strumento di informazione sanitaria, fruibile non solo dai medici ma da tutti gli interessati.

Il prof Buscema ha poi concluso il suo intervento rivendicando sempre più il ruolo dell’ Ordine nelle scelte di politica sanitaria, forti di un patrimonio di esperienze, di professionalità e di idee che non possono non essere tenute in debito conto da chi governa.

Dopo il saluto delle autorità presenti (il presidente del CAO della provincia di Catania dott. Giampaolo Marcone, il presidente della Scuola di Medicina dell’Università di Catania prof. Francesco Basile, il Presidente nazionale del CAO dott. Giuseppe Renzo, il presidente della Fondazione ENPAM dott. Alberto Oliveti) si è tenuta una interessante relazione del dott. Eugenio Ceglia, esperto del MIUR, sul ruolo della formazione nel percorso di ogni medico in qualunque fase della sua attività professionale.

Si è quindi passati al momento della consegna del premio “Ippocrate” che questo anno è andato al prof. Rosario Giustolisi, ematologo di fama internazionale, e del premio Sant’Apollonia che è invece stato assegnato al dott. Giampiero Malagnino, medico specialista in odontostomatologia, in atto vice presidente vicario dell’ENPAM.

Emozionante è stata poi la consegna della medaglia ricordo per i 50 anni di laurea ai tanti medici che hanno raggiunto quest’anno l’importante traguardo. Infine sono saliti sul palco i neo iscritti all’Ordine che, in un suggestivo passaggio di consegne con i colleghi più anziani, tutti insieme all’unisono hanno pronunciato il giuramento del medico.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



Lascia un Commento