Vigili del fuoco
 

Catania, le celebrazioni per Santa Barbara nella Cattedrale

7 dic 2015 - 17:06

CATANIA - Il 4 dicembre 288 d.C, regnante Massimiliano Imperatore, Barbara di Nicodemia in Bitinia fu rinchiusa in una torre e poi condotta al martirio per la sua indomita fede cristiana osteggiata dal padre pagano Dioscoro, che fu incenerito da un fulmine celeste, simbolo della morte immediata senza possibilità di redimersi.

Ella fu prescelta perché rappresentava le serenità del sacrificio di fronte al pericolo senza possibilità di evitarlo, e fu eletta patrona di coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa. Motivo per cui il 4 dicembre di ogni anno, si celebra la festività di Santa Barbara.

Le celebrazioni della patrona della Marina MIlitare, dell’Arma di Artiglieria,
del Genio e dei Vigili del Fuoco sono avvenute prima all’interno della Capitaneria di Porto di Catania, alla presenza del contrammiraglio Nunzio Martello e successivamente nella Cattedrale di Sant’Agata, in Piazza Duomo. 

Presente il diacono Sebastiano Mangano, cimentatosi più volte in scritti riguardanti la vita militare.

Il programma di celebrazione proseguirà con altri due eventi: il 13 dicembre nella Basilica Collegiata – S. Maria dell’Elemosina e il 24 verrà celebrata da don Salvo Gulisano la Santa Messa all’interno della Cappella del comando provinciale.

Redazione NewSicilia