Formazione
 

“Catania Airport Angels”, avvicinamento al mondo del lavoro per i giovani

Commenti

commenti

22 lug 2017 - 16:47

CATANIA – SAC informa che, nell’ambito di iniziative dedicate ai giovani, alla formazione e all’avvicinamento al mondo del lavoro, sono state avviate negli ultimi mesi una serie di collaborazioni con enti pubblici che hanno coinvolto studenti delle scuole superiori, neo-diplomati e universitari impegnati a sperimentare dal vivo i meccanismi complessi della macchina aeroportuale.

Due gli stagisti del Dipartimento di Economia dell’Università di Catania (assegnati ai controlli di gestione), quattro i diplomati provenienti dalla Fondazione Archimede di Siracusa (accolgono i visitatori nel Cultural Gate, piano Arrivi) e oltre 400 gli studenti delle superiori di Catania e provincia – i “Catania Airport Angels”, questo il nome che ha dato SAC all’iniziativa – coinvolti nei progetti di Alternanza Scuola Lavoro grazie a una convenzione stipulata da SAC con il Liceo Scientifico a indirizzo Linguistico “Ettore Majorana” di San Giovanni La Punta, l’Istituto Tecnico Aeronautico Statale “Arturo Ferrarin” di Catania e l’Istituto Tecnico Industriale “Galileo Ferraris” di Paternò (sede di Belpasso).

E l’anno scolastico 2017/2018 vedrà coinvolti anche gli studenti del Liceo Scientifico e le sezioni Linguistico del Galileo Galilei di Catania con cui SAC sta definendo un accordo di collaborazione. I “Catania Airport Angels” sono stati assegnati a diverse aree operative di SAC e in questi mesi hanno affiancato gli operatori aeroportuali imparando dal vivo come funziona uno scalo aeroportuale: un sistema complesso che vede l’azione simultanea e complementare di diversi soggetti, le cui funzioni sono connesse, sincronizzate e/o consequenziali.

L’attività è cominciata in maggio quando, in occasione del G7 di Taormina, gli studenti dello scientifico/linguistico Majorana hanno supportato il personale di terra nelle attività di accoglienza delle delegazioni straniere e delle migliaia di giornalisti in transito al desk dedicato. Gli alunni dell’industriale Ferraris sono stati assegnati al settore dell’analisi del traffico e hanno potuto osservare da vicino come funziona un “data center” che, elaborando flussi di dati provenienti da diverse fonti, li trasforma in informazioni utili a organizzare e razionalizzare il lavoro del sistema aeroporto.

Infine, al termine della scuola, dopo alcune lezioni ore di lezione frontale in classe con il Safety Manager SAC, gli allievi dell’Aeronautico Ferrarin hanno coronato il sogno di muoversi sui piazzali e in pista, vicino agli aerei impegnati nelle manovre. Qui, affiancati dagli ispettori di aeroporto, hanno seguito con grande entusiasmo tutti i processi che precedono e seguono l’atterraggio e il decollo degli aerei, sperimentando il mondo del lavoro e le differenze fra la teoria appresa sui libri e la pratica quotidiana.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia