Addestramento
 

"Campo Giovani 2016", 56 ragazzi affiancano i militari della Guardia Costiera

1 lug 2016 - 17:38

CATANIA - Terminata la scuola, 56 giovani provenienti da tutta Italia hanno ricevuto una vacanza-premio grazie alla quale affiancheranno in divisa i militari della Guardia Costiera e saranno impegnati nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Campo Giovani 2016”, per uno stage teorico-pratico di una settimana.

Scopo dell’iniziativa, organizzata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, è quello di divulgare nei giovani la cultura del mare e di partecipare ad attività d’addestramento svolte sia a terra che in mare sotto la supervisione di militari della Guardia Costiera.

I giovani studenti, selezionati in ambito nazionale in base a criteri di merito scolastico, sono ospitati nella sede della Capitaneria di porto di Catania, ripartiti in sette diversi scaglioni di otto ragazzi e ragazze ciascuno, nei mesi estivi.

Domenica 3 luglio si concluderà il periodo trascorso nella città etnea dal secondo gruppo di giovani apprendisti marinai, svolto sotto la supervisione del Capitano di Corvetta Fabrizio Colombo e del “tutor” Capo di 1ª Classe Antonino Chiaramida: sette giorni densi di impegni, durante i quali i ragazzi hanno potuto svolgere varie attività tra cui diverse uscite in mare a bordo della Motovedetta CP 853 e del Battello GC A12 in occasione dei servizi di polizia marittima per la sicurezza della navigazione e la vigilanza sull’attività di pesca, a tutela della fauna marina; uscite in barca a vela; una visita alla Base del Secondo Nucleo Aereo della Guardia Costiera di Catania dove sono stati mostrati i velivoli ed elicotteri in dotazione, nonché le speciali attrezzature di bordo utilizzate dagli equipaggi per fini di ricerca e soccorso in mare e breve stage teorico-pratico di primo soccorso svolto da istruttori di salvamento in mare; visite ispettive, in affiancamento al team di militari della Guardia Costiera, negli stabilimenti balneari della Playa di Catania per la verifica della regolarità del servizio di salvamento svolto e della corretta tenuta delle attrezzature di salvataggio e di primo soccorso dei bagnanti.

Le molteplici attività hanno comportato, per i ragazzi e le ragazze partecipanti, un notevole dispendio di energie ed un grande impegno, ma data la loro età (dai 15 ai 22 anni) non sono mancati i tanti momenti di sana allegria e di fraterna goliardia, favoriti dal contesto di grande pregio paesaggistico ed ambientale nel quale hanno vissuto e dalla bella stagione estiva in corso.

Il Campo Giovani della Guardia Costiera di Catania si conferma anche quest’anno come un’occasione davvero unica per i partecipanti: nel periodo trascorso a Catania hanno avuto e avranno l’opportunità di vedere “sul campo” una delle istituzioni dello Stato, che oggi è tra le più impegnate nel fronteggiare l’emergenza migranti nel Mediterraneo, vestendo per sette giorni su sette la divisa della Guardia Costiera e vivendo a fianco di marinai “veri”, per constatare come essi riescano sempre a compiere con successo le delicate missioni operative a loro affidate.

Gabriele Paratore