Libri
 

Biancavilla: presentata raccolta poesie "Da San Francesco a oggi"

Biancavilla: presentata raccolta poesie “Da San Francesco a oggi”

8 mag 2016 - 17:21

BIANCAVILLA - Un pomeriggio all’insegna della sacralità e della cultura è quello che si è svolto a Biancavilla in occasione della presentazione dell’antologia di poesie-preghiere “Da San Francesco a oggi” curata da Maria Pia Risa, operatrice della formazione e giornalista.

L’opera è composta da 209 poesie-preghiere di 58 autori diversi, scritte dal Duecento ai nostri giorni. 

Un pubblico numeroso e attento ha seguito l’incontro nella chiesa del convento di San Francesco a Biancavilla. Si è trattato del secondo appuntamento della rassegna letteraria “Stilografiche di primavera”, organizzata nell’ambito della “Settimana del libro” dall’associazione “Don Luigi Sturzo” di Biancavilla.

Degna di nota è stata la partecipazione del maestro Gesuele Sciacca – medico e compositore che musica le poesie – e della sua band, i quali hanno suonato, declamato e cantato sette delle poesie contenute nella raccolta.

Si è trattato di una serata sobria e intensa, introdotta, in omaggio alla comunità ospitante, dall’esecuzione del “Cantico di Frate Sole” che apre la raccolta.

A dare i saluti iniziali sono stati frate Antonio Vitanza, guardiano del convento, e Ada Vasta, presidente dell’associazione “Sturzo”; il primo ha ricordato come il contenuto dell’antologia ben si sposi con lo spirito francescano e come questo porti al piacere-dovere dell’ospitalità; la seconda che l’opera, perfettamente inquadrata nella rassegna in corso, contribuisce alla crescita culturale della comunità locale anche stimolando il piacere della lettura.

Presente anche Giuseppe Vecchio, direttore della testata cattolica “La Voce dello Jonio” di Acireale, con la quale collabora la curatrice dell’antologia, che ha sottolineato l’importanza dell’opera, realizzata grazie al contributo di un gruppo di operatori culturali tutti siciliani: da don Santino Spartà, che ha ispirato e guidato la Risa e ha scritto l’introduzione in cui spiega l’originalità della poesia-preghiera, al professore Nino Blandini, giornalista e saggista, curatore della dotta prefazione che lega perfettamente tutti gli autori.

E ancora, l’editore Santo Bella, che ha coraggiosamente creduto nell’opera.

Redazione NewSicilia