Campionati
 

Beach Volley, finali Europeo U20: la Russia sorride due volte, azzurre sconfitte. LE FOTO

Commenti

commenti

10 set 2017 - 21:00

VULCANO - Primo gradino del podio tutto russo all’Europeo Under 20 di Beach Volley. L’isola di Vulcano saluta l’evento che ha coinvolto ben 30 Paesi e 128 atleti con un’ultima giornata di gare dall’esito emozionante.

Finale amara per la coppia delle ragazze italiane Orsi Toth/They che vengono battute al tie-break dal duo russo Voronina/Bocharova. Primo set tiratissimo vinto dalle azzurre per 21-19, ottima l’intesa del team italiano, capace di rispondere soprattutto grazie ad una attenta ricezione. Nel secondo set il volto della sfida cambia: break russo nella fase centrale con allungo decisivo, il 9-21 non lascia spazio a recriminazioni. La medaglia d’oro si decide in un tie-break che le italiane sembrano riuscire a condurre, la tensione gioca un brutto scherzo e la rimonta dal 12-8 al 13-15 finale arriva senza che Orsi Toth e They possano controbattere. Sul terzo gradino del podio ci vanno le olandesi van Driel/Stam. Fase finale amara per la coppia Varrassi/Ferraris che prima perdono un infuocato derby in semifinale contro Orsi Toth/They, poi cedono stancamente al duo olandese.

In campo maschile è sempre la Russia a conquistare l’oro grazie alla coppia Ivanov/Gorbenko che regolano in due set equilibrati gli svizzeri Breer/Haussener. Nella finale a farla da padrona è l’incertezza: il 2-0 finale non deve ingannare, i parziali di 19-21 e 18-21 lasciano intuire il grande livello delle due formazioni. Protagonisti sin dal mattino i due ragazzi russi: in una semifinale intensa è un coinvolgente tie-break contro il duo olandese Blom/de Groot a decretare la finalista. Cammino simile quello degli svizzeri Breer/Haussener che eliminano la coppia francese Platre/Faure grazie ad una prestazione migliore dal punto di vista nervoso. La rivincita per i due ragazzi d’oltralpe arriva nella finalina per il bronzo: il 2-0 con cui viene battuto il team olandese ha infiammato il pubblico presente sugli spalti del campo centrale sull’isola di Vulcano.

Grandi sorrisi e felicità anche per gli sconfitti sul podio che celebra il successo totale del team russo. Presente alle sfide finali anche il presidente CEV Aleksandar Boričić, apparso ancora una volta impressionato dall’incredibile scenario delle Sabbie Nere di Vulcano.

A trarre il bilancio finale dell’evento è il presidente Fipav Messina e comitato organizzatore Alessandro Zurro: “Il Beach Volley è uno sport in fase di crescita esponenziale, siamo orgogliosi di aver ospitato una tappa di tale portata e di averlo fatto in una delle location più incredibili della storia di questo sport. Siamo riusciti a organizzare e condurre questo evento da soli, un motivo in più per ritenerci soddisfatti del nostro lavoro. L’obiettivo futuro è quello di crescere ancora, siamo pronti per competizioni di altissimo livello”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia