Educazione
 

Aci Castello, concluso il progetto “L’Isola Lachea tra Scienza e Mito”. LE FOTO

Commenti

commenti

8 giu 2017 - 09:06

ACI CASTELLO - “L’Isola Lachea tra Scienza e Mito”: è il titolo del progetto di educazione ambientale che l’Istituto comprensivo “Falcone-Verga” di Aci Castello, diretto dal prof. Natalino Fraggetta, ha realizzato con il centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania, in quest’anno scolastico, finalizzato a dare una lettura scientifica al racconto di uno degli episodi più famosi dell’Odissea di Omero “Ulisse e Polifemo” e allo stesso tempo rafforzare il legame già esistente delle nuove generazioni con il proprio territorio.

Al progetto hanno partecipato ben 150 studenti delle classi primarie (IV A e B, V C, D e F) e secondarie di primo grado (III A, B e C) dell’istituto castellese che tra lezioni in aula e visite guidate all’Isola Lachea di Aci Trezza e al Laboratorio naturalistico-ambientale “Natura e Scienza” di via Valdisavoia a Catania hanno approfondito gli aspetti geologici, archeologi e naturalistici dell’isolotto ciclopico e la conoscenza dei fenomeni geologici grazie all’uso della realtà aumentata e alle nuove tecnologie fornite dalla Sandbox, il tutto giocando con la sabbia.

Gli studenti hanno anche affrontato le questioni scientifiche legate al mito di Polifemo grazie ai numerosi reperti ossei trovati sull’Isola Lachea (risalenti circa a 500 mila anni fa) e alla presenza nel nostro territorio di un elefante nano (il cui foro presente su molti teschi trovati non è l’unico occhio del ciclope, come la legenda narra, ma il punto di partenza delle potenti fasce muscolari della proboscide).

Nell’ambito del progetto hanno realizzato una mostra fotografica sulla visita guidata all’Isola Lachea presentata nei giorni scorsi nei locali dell’istituto castellese alla presenza del dirigente Natalino Fraggetta e dei coordinatori del progetto Gisella Arancio e Roberto Galvagno in occasione della Giornata mondiale dell’Ambiente dedicata quest’anno alla connessione tra Uomo e Natura.

Gli studenti delle classi primarie, inoltre, hanno aderito alla quarta edizione del concorso del Cutgana “La Tua area naturale protetta” con disegni e elaborati di scrittura creativa come poesie filastrocche e percorsi emozionali.

A guidare gli studenti, per il Cutgana, Domenico Catalano (direttore della riserva naturale Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi), Emilia Musumeci (responsabile del progetto di educazione ambientale ScuolAmbiente), il geologo Giovanni Sturiale e gli esperti Natalia Leonardi e Emanuele Puglia. Per l’istituto scolastico il tutor Enrico Distefano e le docenti Pinella Gulisano, Maria Carmela Calaciura Donatella D’Agata, Maria Castiglia e Lucia Carbone.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia