Commemorazione
 

4 Novembre: anche Biancavilla e Riposto ricordano i caduti in guerra

4 nov 2016 - 17:22

CATANIA - È stata celebrata anche nei comuni di Riposto e Biancavilla la solenne cerimonia in occasione della Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate (98° anniversario della vittoria).

Dopo la deposizione di una corona di alloro alla lapide lignea con i nomi dei Caduti ripostesi, collocata nell’androne del Municipio e la Celebrazione Eucaristica nella basilica di San Pietro, in suffragio dei Caduti di tutte le guerre, ha avuto luogo la deposizione della corona di alloro al monumento ai Caduti di villa Pantano.

Presenti il sindaco Enzo Caragliano con gli assessori Francesco Grasso e Nella Casabella, il presidente del Consiglio, Mariella Di Guardo, consiglieri comunali e le autorità miliari del territorio. “Come ogni anno ci ritroviamo davanti a questo monumento per celebrare il 4 Novembre: festa dell’Unità Nazionale e festa delle Forze armate e per ricordare coloro che si sono battuti e sacrificati, affinché il nostro Paese potesse costituirsi in Repubblica Unitaria – ha detto il sindaco Enzo Caragliano, nel suo intervento dopo avere deposto la corona -; quella di oggi non è una festa, ma una importante ricorrenza che dovrebbe indurre le nuove generazioni alla riflessione. È comunque la festa delle Forze Armate poiché contribuirono in modo determinante al processo di unificazione nazionale, reso possibile attraverso il ruolo da esse svolto”.

Un lungo Tricolore ha attraversato il centro storico di Biancavilla, questa mattina, per ricordare i Caduti di tutte le guerre nella giornata delle Forze Armate. Dal Palazzo comunale, si è snodato il corteo con gli alunni delle scuole e i rappresentanti delle autorità civili e militari, delle associazioni di volontariato e degli alunni delle scuole elementari e medie della città.

Giunti in piazza Annunziata, l’assessore all’Associazionismo Marzia Merlo ha collocato la corona d’alloro dell’Amministrazione comunale al monumento dei Caduti ed è stato osservato un minuto di silenzio. Alcuni studenti hanno letto poesie e messaggi di pace, seguiti dall’intervento di Margherita Messina sulla storia e sui particolari del monumento di piazza Annunziata.

Gli alunni della “Sturzo” hanno omaggiato i Caduti con una corona d’alloro. “In ciascuno di noi – ha detto l’assessore Merlo – deve essere forte il dovere morale di ricordare quanti, nel corso del tempo, hanno sacrificato la vita per il nostro Paese e per la democraziaTra i Caduti che ricordiamo ci sono anche alcuni biancavillesi. Nello stesso tempo, è con queste cerimonie che vogliamo dire il nostro grazie agli uomini e alle donne delle Forze dell’Ordine per l’impegno quotidiano a tutela della legalità”.

Presenti alla cerimonia commemorativa il comandante della stazione dei carabinieri di Biancavilla, il maresciallo Roberto Rapisarda, il vicario foraneo don Giovambattista Zappalà, l’assessore Rosanna Di Paola, il presidente del Consiglio comunale Vincenzo Cantarella, i vigili urbani, l’Associazione nazionale carabinieri e l’Associazione nazionale finanzieri in grand’uniforme e le realtà di Protezione civile.

 

Redazione NewSicilia