Mostra

Zampognarea, per un Natale com’era una volta

Oi Dipnoi, Valerio Cairone alla zampogna (ph. Sebastiano Trigilio)
30 nov 2015 - 17:13

CATANIA – Il Natale è alle porte e raffiorano i ricordi di quando si era bambini. I primi freddi, il profumo degli abeti, le luci e il suono della zampogna che suonava quel solitario suonatore che scendeva dalla montagna. Queste le emozioni che Zampognarea vuole riportare a Catania.

Dal 12 al 30 dicembre 2015, il Teatro Machiavelli nel centro stoico della città accoglierà la mostra multimediale di strumenti musicali tradizionali e fotografie. Zampognarea sarà visitabile tutti i giorni dalle 11,00 alle 14,00 e dalle 17,00 alle 21,00 con ingresso gratuito.

Questa 12esima edizione della mostra sarà curata da Maurizio Cuzzocrea e proporrà una meravigliosa sinergia fra impreditori culturali, videomaker, zampognari e artisti della cartapesta e del teatro delle marionette

 

Zampognarea, illustrazione di Alfredo Guglielmino (2015)

Sabato 12 dicembre alle ore 17,00 avrà inizio l’evento con l’esposizione di diverse zampogne, strumenti a fiato e a corda della tradizione rurale siciliana e mediterranea.

In programma vi è una “Novena animata“: una rilettura della classica novena che gli zampognari intonavano nelle strade insieme all’animazione di maniati, pupi e marionette realizzate da Cartura che con il riciclaggio di carta e cartone ha realizzato i personaggi del presepe. La colonna sonora che accompagnerà il tutto sarà curata da Franco Barbanera, Enrico Grassi Bertazzi e Maurizio Cuzzocrea.

Alfredo Guglielmino con uno dei suoi burattini in cartapesta (ph. Cartura)

Domenica 13 alle ore 11,00 si terrà una visita animata nell’ambito della “Giornata Nazionale della Rete Italiana di Cultura Popolare“. Da lunedì 14 a venerdì 18 si darà spazio alle visite guidate delle scuole.

Mercoledì 16 alle ore 18,00 sul tema “La zampogna in Sicilia: musica e danza” Pino Biondo terrà un incontro, mentre martedì 22 alle ore 18,00 sarà proiettato il documentario “Suoni d’Oc” con la regia di Mauro Maugeri e Daniele Greco, con gli interventi di Giuseppe Severini, artigiano di strumenti a fiato.

Zampognarea porpone inoltre tre concerti dopo Natale ospitati nella Pinacoteca ex Chiesa San Michele. L’ingresso sarà gratuito e avranno inizio alle ore 21,00.

Lunedì 18 gennaio saranno di scena OiDipnoi, con Valerio Cairone, Marco Carnemolla e Mario Gulisano. Martedì 29 toccherà ai Cordasicula, il duo formato da Marilena Fede e Saro Tribastone.

La Zampognarea si concluderà con il concerto del trio composto da Cuzzocrea, Barbanera e Grassi Bertazzi e che ospiterà il musicista iraniano Karìm Alishahi che suonerà il setar e il daff (strumenti della tradizione orientale).

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA