SiciliAntica

Visita guidata a Pantelleria

SiciliAntica organizza visita guidata a Pantelleria
SiciliAntica organizza visita guidata a Pantelleria
3 lug 2016 - 17:36

PANTELLERIA – SiciliAntica ha organizzato una visita guidata a Pantelleria, nell’ambito del Corso di Archeologia Subacquea, che si terrà dall’8 al 10 luglio 2016.

Il programma prevede, subito dopo l’arrivo sull’isola, una conferenza dell’archeologo e soprintendente del mare Sebastiano Tusa su “Pantelleria nel quadro dell’archeologia del Mediterraneo”, a cui farà seguito una visita guidata all’area archeologica di Mursìa, il villaggio fortificato con mura ciclopiche dell’Età del Bronzo. Molto caratteristiche sono le tombe, dette Sesi, delle quali sopravvivono un centinaio di esemplari sparsi nella contrada Cimillia.

Il giorno successivo sarà possibile visitare i resti archeologici di Cossyra, l’antica colonia fondata dai fenici. Intorno numerose costruzioni: a forma di campana di origine punica, a volta quelle romane. Proprio all’interno di due di queste cisterne sono stati ritrovati tre ritratti imperiali in marmo che raffigurano Giulio Cesare e Agrippina Minore, e l’imperatore Tito.

Nella Parte Nord dell’Isola è possibile visitare il sito archeologico del Lago di Venere, che comprende un grande santuario, dedicato alla dea della fertilità, la cui prima costruzione è da far risalire all’epoca punica. Nella zona del porto di Scauri sono stati ritrovati i resti di un relitto, risalente al V sec d.C. e sul fondo numerose ceramiche e oggetti di uso quotidiano.

Il terzo giorno è previsto Il giro dell’isola che porterà alla scoperta di un territorio dagli aspetti mutevoli e sorprendenti, con prima sosta alla grotta di Sateria, dove il mitico Ulisse sbarcò attratto dal richiamo della ninfa Calipso, poi una sosta balneare nelle acque termali, per proseguire poi verso Scauri a visitare il capperificio, dove si può assistere alla lavorazione dei preziosi capperi, il vero oro di Pantelleria.

Proseguendo il giro si visiteranno i dammusi e il loro sistema di canalizzazione delle acque piovane. Poi si sosterà per un pranzo a base di bruschette, spaghetti al pesto pantesco, salsiccia tipica e vino locale. Si farà il bagno nelle varie località balneari passando per l’Arco dell’Elefante, Cala Tramontana e Gadir, alla scarpetta di Cenerentola e all’oasi faunistica del lago Specchio di Venere con le relative sorgenti termali per fanghi sulfurei e per incontrare qualche fenicottero rosa.

Per informazioni ed iscrizioni telefono 091.8112571.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA