Celebrazione

Sette vincitori per il premio artistico “Domenico Danzuso”

teatro-stabile-catania-
5 dic 2015 - 18:26

CATANIA - Sono sette i vincitori di quest’anno della 14° edizione del premio “Domenico Danzuso”. il Teatro Stabile di Catania, la Società Catanese Amici della Musica e il Lions Club Catania Host renderanno così omaggio ad una delle figure più rappresentative della vita culturale etnea del dopoguerra. Si tratta di un artista completo, grande giornalista, storico e critico teatrale catanese, scomparso 15 anni fa. Un’eredità tenuta viva soprattutto grazie all’opera della moglie Lina Polizzi Danzuso, madrina dell’evento.

La cerimonia è prevista per il 7 dicembre nella sala Verga del teatro Stabile di Catania alle ore 20:30, e si svolgerà come una piacevole serata di intrattenimento, presieduta dall’editore Mario Ciancio, direttore del quotidiano “La Sicilia” di cui Danzuso fu il critico ufficiale per oltre mezzo secolo. 

Dopo la premiazione di grandi personalità come, per citarne solo alcune, Pippo Baudo, Luigi Lo Cascio e Leo Gullotta, sarà il turno di un altro artista di fama internazionale, Andrea Camilleri, che verrà aggiunto all’albo d’oro per la sua carriera di scrittore, drammaturgo e regista.

Andrea Camilleri, creatore del famoso protagonista dei suoi romanzi, il commissario Montalbano, è anche autore di alcuni romanzi storici, come “Il birraio di Preston” e “La concessione del telefono”, entrambi trascritti per le scene insieme a Giuseppe Dipasquale, direttore dello Stabile etneo, che ne ha curato la messinscena con grande successo.

Parte integrante della serata sarà proprio la messa in scena di alcuni momenti della “Concessione”, attraverso gli interventi degli attori Pippo Pattavina, Alessandra Costanzo e Angelo Tosto.

Di seguito verrà trasmesso il video messaggio che lo scrittore ha preparato in vista della premiazione e verrà consegnata al vincitore la statua di Dino Cunsolo, che annuncerà la donazione dell’importo versato dai Lions all’Accademia di Belle Arti di Catania.

La sezione prosa ospita, inoltre, altri due nomi di spicco del panorama teatrale: Anna Foglietta, protagonista de “La pazza della porta accanto”, e Gianni Salvo, che riceverà il premio per le importanti regie realizzate e per la lunga “missione” al Piccolo Teatro di Catania.

Per la sezione musica il riconoscimento andrà al bass-baritono palermitano Simone Alaimo, vocalità lirica di primissimo piano e raffinato belcantista, e a Giulia Gangi, grande pianista, musicologa e operatore culturale.

Novità di quest’anno è il premio alla critica teatrale che andrà a Emilia Costantini, scrittrice, giornalista del “Corriere della Sera”, critico teatrale e cinematografico, ultimamente dedita a grandi temi di forte impegno civile, con romanzi come “Tu dentro di me” e “Oltre lo specchio”.

Infine, il premio per la categoria “Critica musicale” verrà assegnato a Giorgio Gualerzi, giornalista, critico e saggista, considerato, secondo Bruno Gambarotta, il massimo storico italiano della vocalità.

danzuso

Una serata immersi nel meglio del panorama culturale italiano, presieduta da una qualificata giuria, composta da eminenti personalità: Giuseppe Dipasquale, direttore del Teatro Stabile di Catania; Giuseppe Montemagno, presidente della Scam; Elio Dottore, presidente del Lions Club Catania Host di cui Danzuso fu a lungo socio e presidente; dal regista Maurizio Scaparro e dal critico teatrale Andrea Bisicchia.

 

 

 

Clelia Mulà



© RIPRODUZIONE RISERVATA