Inefficienza

Villa Piccolo chiude. Accuse alla burocrazia regionale

un momento della conferenza stampa
16 apr 2016 - 20:03

CAPO D’ORLANDO - Villa Piccolo, il luogo dove sono state scritte pagine memorabili del romanzo italiano più letto al mondo, “Il Gattopardo”, a malincuore, è costretta a chiudere i battenti per colpa dell’inefficienza della burocrazia della Regione Siciliana che calpesta anni di disinteressato lavoro di chi ha a cuore l’arte e la cultura in Sicilia.

È il triste epilogo della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella e del suo presidente, l’avvocato Giuseppe Benedetto, che si è dimesso, con effetto immediato, nel corso del CdA di oggi.

cartelli conferenza stampa

Il CdA, composto da Aurelio Pes, Andrea Pruiti Ciarello e Alberto Samonà, e con il consigliere onorario Vanni Ronsisvalle, unitamente al Sindaco di Capo d’Orlando, Enzo Sindoni, ha solidarizzato con il suo presidente, decidendo di compiere l’ultimo drammatico passo: la chiusura dei cancelli di Villa Piccolo, dei suoi musei, del suo splendido parco conosciuto in tutto il mondo.

I ritardi e le ottusità della Regione hanno portato l’Istituzione culturale sull’orlo del collasso, nonostante la fondazione, in soli tre anni, fosse riuscita a ottenere un successo dopo l’altro: una nuova ala museale aperta ex novo, un parco rinato a nuova vita, meraviglie architettoniche e storiche curate e valorizzate, innumerevoli attività ed iniziative culturali di livello internazionale svolte con continuità.

cartelli

Il presidente Benedetto ha più volte affermato che “la mafia si combatte in Sicilia non con vuote parole, ma aiutando i giovani a crescere a contatto dell’arte, della cultura, della bellezza” e
i rappresentanti di istituzioni nazionali e internazionali, i più importanti magistrati, i più sensibili uomini di cultura, i giornali di tutto il mondo hanno espresso apprezzamento e condivisione per questa impostazione e per quanto realizzato.

 

Evidentemente, però, tutto questo non è bastato e ora Villa Piccolo, eccellenza del nostro territorio, è stata chiusa.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA