Un libro al mese

La versione di Barney di Mordecai Richler

Richler
7 feb 2016 - 07:53

È semplicemente magnifico! Molti avranno visto la “versione” cinematografica che ha trasformato questo romanzo in una sdolcinata storia d’amore… questione di raccattare il maggior numero di spettatori. Ma Richler è un fuoriclasse e non si è piegato di certo a questa esigenza. Quindi, anche se vi sarete rovinati alcune trovate, non temete: gusterete molto altro in questa satura lanx, un piatto misto di primizie per gli dei e per tutti noi.

Gli ingredienti ci sono tutti: un inno alla digressione (il Canada bilingue, dialoghi letterari, Parigi bohémien, la vitalità e malizia ebraica…), una biografia totalmente fuori dalle righe e dallo stupido perbenismo, un personaggio che, pur se stagionato, pungente, masochista, sadico, ti fa innamorare per la sua sagacia e ironia.

Barney Panofsky ha collezionato donne, eppure non ho mai letto pagine d’amore più intenso, è un ubriacone, ma suscita sfrenata tenerezza, è sfacciatamente vanaglorioso del suo denaro, rinuncerebbe però a tutto per la sua Miriam. È davvero una simpatica canaglia, uno shmuk in piena regola.

a3a15915-22e3-44f1-93a7-e78c23ec3ede

Mentre piangevo ormai alla fine del romanzo, ho capito di Boogie e del canadair e, tra le lacrime, mi son fatta l’ultima grassa risata. Una lettura divertente e intelligente che farà soltanto pentire di averla conclusa.

Tutta colpa di Terry. È lui il mio sassolino nella scarpa. E se proprio devo essere sincero, è per togliermelo che ho deciso di cacciarmi in questo casino, cioè di raccontare la vera storia della mia vita dissipata”. 

Buona lettura e buone riflessioni :)

cinziadimauro

Cinzia Di Mauro, autrice catanese di una trilogia di fantascienza Genius (finalista Urania e Delos) Ledizioni Milano, di un noir umoristico La storia vera di un killer nano (segnalato al Premio Calvino e scelto dalla Nabu) e di un fantasy orwelliano Casa Bruiswiq.

www.litenet.it

Cinzia Di Mauro



© RIPRODUZIONE RISERVATA