Asta

Verga inedito a Parigi: lettere e manoscritto originale della Cavalleria Rusticana

lettere-giovanni-verga1
27 nov 2016 - 17:17

CATANIA - Un vero e proprio tesoro è tornato alla luce in Francia, una grandissima scoperta per tutti gli amanti della storia e della letteratura. Si tratta di una straordinaria collezione di quasi 300 lettere firmate dal grande scrittore siciliano Giovanni Verga e indirizzate ai fratelli Pietro e Mario, alla mamma Caterina e al nipote Giovannino, da cui emergono squarci sulla vita familiare del caposcuola del Verismo, tra problemi di salute e gestione finanziaria dei terreni di proprietà.

Dalle lettere emergono dettagli inediti sulla vita mondana a Firenze e a Milano, su alcuni capolavori come Mastro Don Gesualdo e I Malavoglia e sulla genesi, il successo e le vicende giudiziarie della Cavalleria rusticana, nella causa che ne derivò con Mascagni per l’omonima opera lirica.

Gli autografi saranno battuti all’asta da Christie’s a Parigi il prossimo lunedì 5 dicembre e provengono da una collezione privata francese, che li acquistò a suo tempo dall’erede dell’autore de”I Malavoglia”, il nipote Giovannino Verga.

Nel catalogo di Christie’s, i manoscritti sono divisi in tre lotti: due di carteggi e uno relativo all’eccezionale versione autografa della celeberrima novella Cavalleria rusticana.

Il primo lotto, messo all’asta per la cifra di 150.000,00 euro, è dunque l’originale autografo della Cavalleria rusticana di cui Giovanni Verga preparò la sceneggiatura “per il cinematografo”. Una scoperta di grande importanza per la storia della letteratura e per il ruolo ricoperto da Giovanni Verga, il primo tra i grandi scrittori di fine Ottocento ad aver compreso il linguaggio rivoluzionario del Cinema appena nato.

L’autografo della Cavalleria rusticana per il cinematografo è suddiviso dallo stesso Verga in dodici quadri. Le continue correzioni dimostrano quanto la creazione dell’opera sia stata travagliata e quanto Verga fosse uno scrittore pignolo e preciso, attento al particolare verista anche nella “resa” cinematografica dei particolari.

Il secondo lotto comprende 78 lettere autografe e 10 telegrammi, per un totale di 320 pagine autografe, messe all’asta per un valore di 90.000,00 euro, tutte scritte in italiano.

Infine, il terzo lotto, costituito da 198 lettere e 20 telegrammi, per un totale di 540 pagine, messo all’asta per la cifra di 120.000,00 euro, inviate da Giovanni Verga alla madre, ai suoi fratelli e al nipote, addirittura dal 1869 al 1921, un anno prima della sua morte. Una corrispondenza autografa di eccezionale ricchezza umana e letteraria.

unnamed-3

Durante l’asta saranno messi in vendita anche lettere autografe del Re Sole Luigi XIV ed autografi di Marcel Proust, Pablo Picasso, Mallarmé e Zola.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA