Letteratura

“Venerdì letterari – Primavera d’Autore”. Presentazione del “Vento nell’anima” di Maria Pia Basso

Maria-Pia-Basso-593x600
5 mag 2016 - 10:29

CATANIA - Il municipio di Sant’Alfio, venerdì 6 maggio , presenterà il terzo appuntamento dei “Venerdi letterari – Primavera d’Autore” con il secondo libro di Maria Pia Basso, “Vento nell’anima”, edito da A&B. 

Co-organizzata dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio comunale e dall’assessorato all’Istruzione, Famiglia e Politiche sociali del comune di Sant’Alfio – insieme al Gruppo facebook “ETNEI NEL MONDO” – la seconda edizione di questa rassegna letteraria ha preso il via lo scorso 15 aprile.

Con il terzo appuntamento del calendario, il 6 maggio alle 18,00, la sala consiliare “Livatino” del municipio di Sant’Alfio farà da sfondo alla presentazione del nuovo romanzo di Maria Pia Basso – tornata dopo il suo esordio con “Noi due” – e troverà anche la complicità di Salvo Fichera, giornalista pubblicista e stimato presentatore. 

Vento nell’anima” - titolo che deriva dall’omonima canzone dei Pooh, di cui l’autrice è fan – racconta la storia di Arianna, e del suo amore per Gustavo, che vive un percorso travagliato raggiungendo comunque la primavera della vita, come segno di rinascita.

Il tutto sarà introdotto – alla presenza del sindaco Giuseppe Maria Nicotra, dell’assessore Claudia Leonardi e del presidente del Consiglio comunale Renato Ferdinando Finocchiaro – da Mario Pafumi (coordinatore della rassegna) che, durante la presentazione alla stampa della rassegna letteraria, aveva affermato che “obiettivo del progetto è quello di unire le persone sulla base dell’amore più bello che esista, l’amore per i ricordi, per i racconti, per la poesia, per i sogni: in una parola, per la letteratura. Scrittori, giornalisti, poeti, artisti si alterneranno in un palco ideale dove non esistono differenze di ruolo, ma dove suona la parola di una cultura che si confronta per necessità, verità e vocazione nel nostro tempo”.

La Basso, nata a Catania e residente ad Acireale, ha frequentato il liceo classico “Gulli e Pennisi” e si è laureata nel 1995 in Giurisprudenza. 

Martina Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA