Editoria

Le umane curiosità dei potenti nascoste in un cassetto: Melinda Zacco presenta il suo ultimo libro

Melinda Zacco
17 mar 2015 - 12:51

PALERMO - “Il mondo in un cassetto”, l’ultimo libro della giornalista scrittrice Melinda Zacco, è un magico tuffo nel passato, un romanzo storico che coinvolge fatti e personaggi senza tempo, storie e avventure di una Palermo mitica e gloriosa.

Il Grand Hotel et des Palmes, lo storico albergo di Palermo, crocevia della cultura mitteleuropea dalla fine dell’Ottocento al pieno Novecento, punto nevralgico di un passato glorioso di una capitale sicula eccentrica e misteriosa diventa lo spunto da cui partire per donare uno spaccato inusuale del luogo simbolo di fusione tra storia e cultura e che coinvolge i miti di ogni tempo da Wagner a Oscar Wilde a Guy de Maupassant, da Ray Charles a Guttuso, da Al Pacino a Gassman e altri personaggi più o meno noti, coinvolti in una memorabile e affascinante sfilata di personaggi senza tempo.  

Al bar dell’albergo, proprio nel cassetto del grande tavolo di legno - afferma l’autrice – circondato da scaffali pieni di bottiglie, si custodiscono le umane curiosità dei potenti. In questo libro c’è proprio tutto quel che delle Palme si deve sapere. Certo, questo hotel non è più l’albergo di Palermo come nel tempo della Belle Époque, ma rimane pur sempre uno degli alberghi importanti della Sicilia. Attorno ci sono spazi che si modificano e si rinnovano. C’è un altro albergo tutto ferro e vetri che lo fronteggia. Forse lo sfida. Eppure, nell’immaginario della città, non si pensa a ciò che l’albergo è adesso. Nessuno è interessato al suo presente. I giovani lo ignorano. Eppure una volta era il luogo simbolo, poiché le Palme è Palermo con la sua storia fermata nel tempo per non entrare nel buio del passato, ma soprattutto per ricordare una terra affascinante, unica al mondo

Storia e cultura riempiono le pagine di questo intrigante libro in cui nulla è in comune tra la presenza di Richard Wagner e quella di Lucky Luciano, tra  “l’arte trionfante” del primo e il “sinistro malcostume” dell’altro. Eppure in tale stridente contrasto si cela l’ossimoro permanente della stessa natura umana. I personaggi rappresentati si succedono ognuno con segni e disegni unici e individuali e nel libro emergono fatti ignoti della cronaca quotidiana di una Palermo reale e mitica allo stesso tempo. 

Ogni uomo è una realtà irripetibile che vive secondo leggi proprie e Silia, protagonista del romanzo, in questo magma caotico della diversità, scopre l’esistenza di un’altra parte di storia che le appartiene.

“Il mondo in un cassetto” verrà presentato venerdì 20 marzo alle ore 17,30 nella libreria Mondadori di via Ruggero Settimo con la partecipazione di Alfonso Giordano Presidente on. di Cassazione, Cesare Vincenti Presidente sezione Giudici delle indagini Preliminari Tribunale di Palermo.

Commenti

commenti

Daniela Torrisi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento