Radici e simboli

La Trinacria: mitologia e storia della bandiera siciliana

bandieratrinacria
15 mag 2017 - 13:33

PALERMO - La bandiera della Regione Siciliana ha le sue origini nel XIII secolo, ma i suoi simboli sono di età ancora più antica, risalenti al periodo greco-romano.

Infatti, la bandiera siciliana si raffigura con una “triscele” – meglio conosciuta come “trinacria” – ed un “gorgoneion“. La trinacria rappresenta un essere con tre gambe; mentre il gorgoneion è il volto dell’essere, che viene posto al centro. Sebbene la trinacria - così raffigurata – sia comparsa per la prima volta nelle monete usate a Siracusa dal III secolo a.C., in epoca molto più antica fu ritrovata una sorta di triscele senza volto (senza il gorgoneion), nei pressi di Gela.

Mentre la trinacria può essere fatta risalire anche ad origini “indoari“, il gorgoneion è chiaramente di stampo greco; infatti, questo simbolo rappresenta la testa di un mostro mitologico, la Gorgone. La Gorgone più famosa della mitologia greca è Medusa, la testa con i serpenti al posto dei capelli e con il potere di pietrificare con lo sguardo chi la guardava. Il gorgoneion non era altro che un pendente dove vi era questa testa raffigurata.

In passato per la Sicilia veniva usata proprio la testa di Medusa con i serpenti al posto dei capelli – o la testa alata di una Dea – da cui si diramavano tre gambe: ma con la modifica dei Romani, furono aggiunte alla testa delle spighe, come simbolo della fertilità.

La bandiera usate durante la "Rivoluzione del Vespro" nel 1282: con i due colori della bandiera invertiti.

La bandiera usate durante la “Rivoluzione del Vespro” nel 1282: con i due colori della bandiera invertiti.

La bandiera fu usata per la prima volta durante la “Rivoluzione del Vespro” del 1282, ma con una sostanziale differenza da quella odierna: i due colori della bandiera – giallo e rosso – erano invertiti. Invece con l’ascesa al trono di Federico III d’Aragona, dal 1296 verrà usata un’altra bandiera per rappresentare il Regno di Sicilia, fino al 1816.

La bandiera del Regno di Sicilia del 1848: la trinacria sul tricolore. Questo regno indipendente verrà soppresso l'anno seguente.

La bandiera del Regno di Sicilia del 1848: la trinacria sul tricolore. Questo regno indipendente verrà soppresso l’anno seguente.

Ma la bandiera cambiò poi con la rivoluzione del 1848, quando veniva posta la trinacria al centro del “tricolore nazionale”, designando il nuovo Regno di Sicilia, che avrà vita breve (nel ’49 sarà già soppresso). Mentre nel 1860 con gli indipendentisti siciliani veniva usata la trinacria rossa su sfondo giallo, nel 1944 col Movimento per l’indipendenza della Sicilia veniva usata una bandiera a strisce gialle e rosse e la trinacria.

Solo nel 1990, quando la Regione approvò l’adozione di stemma e gonfalone e poi nel 2000 riconosciuta come bandiera ufficiale della Regione Siciliana, la bandiera siciliana si riconosceva con la trinacria su sfondo giallo e rosso.

Commenti

commenti

Samuele Amato



© RIPRODUZIONE RISERVATA