Iniziativa

Un treno dalla stazione di Palermo per raggiungere la Scala dei Turchi

Scala-dei-Turchi-2-Realmonte
11 mag 2016 - 10:52

AGRIGENTO - Basterà un treno, la domenica del 22 maggio, per raggiungere la costa che tra Realmonte e Porto Empedocle ospita la famosissima Scala dei Turchi, resa celebre anche da Andrea Camilleri e dalle storie del Commissario Montalbano. 

Partirà alle 7,50 dalla stazione di Palermo, il treno – dalle antiche carrozze centoporte – che permetterà ai viaggiatori di raggiungere uno dei posti siciliani più famosi al mondo: la Scala dei Turchi. Prima di arrivare a destinazione, verranno effettuate alcune soste tra Bagheria, Termini Imerese, Roccapalumba Alia, Cammarata San Giovanni Gemini e Agrigento Bassa, precisamente alle 10,09. 

Successivamente, il treno continuerà il suo viaggio sulla ferrovia turistica dei templi e alle 10,18 circa si fermerà al Tempio di Vulcano. Per i passeggeri vogliosi di esplorare la Valle (e su richiesta in sede di prenotazione) è prevista una visita partendo dal giardino della Kolymbetra per arrivare all’area archeologica vera e propria. 

I restanti passeggeri proseguiranno la gita fino all’ultima fermata dei templi – e rinata recentemente con il nome di Porto Empedocle Succursale – e raggiungeranno la Scala dei Turchi tramite un autobus: sperando in un clima estivo, i turisti potranno godersi il sole e il mare per un paio di ore. Per le 16,00, infatti, è programmato il rientro alla stazione di Porto Empedocle, sempre tramite bus. La discesa verrà effettuata presso il piazzale adiacente alla Torre di Carlo V, dove è in programma la fase conclusiva del “Pilaja Project“, progetto di valorizzazione urbana promosso dall’associazione culturale Marriterra insieme alla collaborazione di architetti e artisti.

Prima di fare ritorno in treno, ai passeggeri sarà data la possibilità di visitare il centro storico di Porto Empedocle per poi tornare a Palermo verso le 21,00 circa.

Martina Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA