Folklore

Tradizione da portare avanti: arriva il workshop sul “friscalettu”

Carmelo Salemi Friscalettu
21 apr 2015 - 17:30

MILO - Paese che vai, usanze che trovi. E la Sicilia ne è piena. Uno dei più caratteristici strumenti musicali, che hanno segnato la storia della Trinacria è il famoso “friscalettu”. In italiano potrebbe essere tradotto in “fischietto”, ma spesso la trasposizione non rende al meglio la parola come nel dialetto.

È uno strumento musicale molto elementare, che viene ricavato dalla canna del fiume ed è utilizzato sin dai tempi dei greci, specialmente dai pastori. Oggi è un po’ in disuso, ma c’è chi ancora ne possiede uno o chi lo suona, come il maestro Carmelo Salemi. E sarà proprio lui, su iniziativa dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e delle associazioni culturali Darshan e Areasud a tenere un corso sul “friscalettu”. 

Nel corso del workshop, interamente gratuito, il clarinettista insegnerà agli appassionati come costruire e suonare lo strumento. Si inizierà il prossimo 27 aprile e si terminerà il 30: il seminario è aperto a chiunque voglia conoscere meglio questa antica tradizione siciliana: “Tutti potranno conoscere meglio la natura, la storia e la leggenda che si celano dietro il ‘friscalettu’. Ogni giorno ci saranno due ore di lezione, ma potrà venire anche chi vorrà semplicemente assistere o ascoltare” spiega Salemi.

Workshop Corso friscalettu

Un’iniziativa importante, che rende orgoglioso anche il sindaco di Milo Giuseppe Messina: “Abbiamo realizzato questo corso per riscoprire le nostre tradizioni. È un patrimonio da tramandare per il futuro”.

Infine, la sera del 30 alle ore 20 si terrà il concerto “Folk Revolution” a cui potranno partecipare anche i corsisti.

Quindi prendiamo fiato e diamo aria al “friscalettu”.

Commenti

commenti

Andrea Lo Giudice



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento