Design

Tanya Fiandaca da modella curvy ad imprenditrice di moda

20690051_10214668882501687_153589281122880173_o
12 set 2017 - 17:17

BARRAFRANCA - Grandi occhi neri, curve mozzafiato e amore incondizionato per la propria terra. Queste sono le qualità principali di Tanya Fiandaca modella curvy e imprenditrice di moda che ha ideato e realizzato una linea di borse ed accessori capaci di coniugare arte e glamour nel nome della Sicilia.

Reduce dal successo televisivo del programma “Il bello delle curve”, andato in onda lo scorso inverno su La7, decide di rendere omaggio alle proprie tradizioni e ai luoghi che l’hanno vista crescere con un progetto dal respiro internazionale.

Incontriamo Tanya Fiandaca poco prima del suo debutto all’Homi salone di moda e design di Milano scoprendo com’è nato il suo progetto. Cosa sono “Le Carmene”?
“Le mie borse quadro, che spesso amo chiamarle “le mie bambine”. Sono delle creazioni artistiche, che si possono indossare nei momenti eleganti, nelle serate particolari ma anche in un pomeriggio tra amiche semplicemente con la voglia di qualcosa di particolare che sposi glamour e cultura”.

Cosa si aspetta da questa nuova avventura?

“Mi sono prefissa l’obiettivo di far innamorare del nostro territorio il turista che rimane colpito dai quadri, dai momenti storici e dai personaggi che esse rappresentano. Da marzo 2017, dopo il programma di La7 “Il bello delle curve”, ho deciso di mettermi in gioco e creare una linea di borse ed accessori dal sapore siciliano, già presentata quest’estate al Teatro Antico di Taormina. Dal 15 settembre avrò l’onore di rappresentare la Sicilia all’Homi di Milano, una fiera internazionale dedicata al design e al lifestyle” 

Parliamo di curvy. Lei è la prima taglia della modelle morbide, com’è arrivata in questo mondo?
“Da piccola ho subito delle discriminazioni, perché troppo alta o troppo in carne. Tutto è nato per gioco. Mi hanno chiesto di posare come modella per numerosi marchi internazionali di moda e da qui è iniziato il mio percorso. Voglio essere un esempio per le tante ragazze che hanno qualche chilo in più e non si accettano. Non è il peso che determina la bellezza di una persona e finalmente anche il mondo della moda ha compreso che le donne non si giudicano da una taglia”.

Si riferisce alla bellezza in passerella di Ashley Graham la modella americana taglia 52?
“Ashley è l’esempio che i tempi stanno cambiando, ma è fondamentale prima di tutto accettarsi e stare bene con se stesse”.

Qual è il suo sogno nel cassetto?
“Mi piacerebbe viaggiare e promuovere le mie creazioni in giro per il mondo educando le persone alla bellezza dell’arte e della cultura”.

 

Elisa Guccione

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA