Iniziativa

Successo della IX edizione della “Via dei Forti della Città dello Stretto”

IX edizione ''La via...
2 ott 2015 - 15:46

MESSINA - Il maltempo non ha scoraggiato i cavalieri che in questi giorni hanno partecipato alla IX edizione della “Via dei Forti della Città dello Stretto”, organizzata dall’associazione “Il Centauro onlus“ in sinergia con il centro diurno Camelot del Dipartimento Salute Mentale Messina Nord, con il patrocinio del Comune di Messina.

L’organizzazione prevedeva un percorso costituito da tappe di valenza culturale e ambientale, per riscoprire il patrimonio del Messinese, la sua bellezza e il suo valore. 

Messina ha avuto l’onore di ospitare i cavalieri provenienti dagli ordini di Catania dell’associazione “Cavalieri Etna Nord”, guidati dal presidente Giuseppe Scandurra, e di Bergamo, i cavalieri Prealpini, con il loro presidente Carlo Mazzoleni.

I cavalieri sono stati ospiti dell’associazione Discover Messina – Sicily  e del presidente Michele Salvo a Forte Serra la Croce, e hanno partecipato a un iter che ha attraversato i villaggi di Curcuraci, Faro Superiore, Ganzirri, Capo Peloro e Grotte, e monumenti come la Torre degli Inglesi, Il Pilone, Torre Saracena e la Batteria Masotto, splendida costruzione militare ottocentesca di recente bonificata ad opera del FAI.

Giunti a Grotte, i cavalieri hanno potuto gustare le prelibatezze locali e l’ospitalità della Lega Navale di Messina, presieduta da Carmelo Recupero, e a Capo Peloro e lungo tutta la riviera Il passaggio è stato accompagnato dalla curiosità e dal vivo interesse dei bambini e dei tanti bagnanti ancora presenti a godersi il mare di settembre.

Splendide le foto, che ritraggono i cavalieri in riva allo stretto e nelle zone più belle e culturalmente ricche di Messina, che hanno regalato ai partecipanti emozioni e suggestioni uniche,

L’associazione l’Aquilone, l’Unione Cattolica Stampa Italiana, la Caronte Tourist, la BMW Formula tre e il catering l’Ancora, che ha saputo trasmettere attraverso la sua cucina la tradizione culinaria messinese, hanno contribuito a rendere l’evento un grande successo.

“In una città abituata a piangersi addosso e che scarica colpe e responsabilità sugli altri – dice il presidente dell’associazione Il Centauro onlus, Matteo Allone – è bello poter fare squadra, è bello testimoniare che con il contributo di tutti, si può essere protagonisti. E a vincere è la città, con la sua bellezza inimitabile, la sua anima, la sua storia”.

Grazie a questa iniziativa si rispolverano le grandi potenzialità turistiche di Messina e di tutta la Sicilia, che offre nuovi itinerari da scoprire, una cucina sana e mediterranea, beni storico-architettonici e ambientali di valore. Questo è quello che l’associazione persegue con continuità da nove anni.

 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento