Tour

SiciliAntica e ATC a Siracusa per le tragedie greche e in musei a Catania ed Augusta

Teatro greco Siracusa
29 mag 2016 - 18:00

SIRACUSA - SiciliAntica e ATC l’Associazione che viaggia… saranno a Siracusa, come ogni anno, in occasione delle rappresentazioni classiche che si tengono al teatro greco. Previste inoltre una serie di visite guidate tra cui quelle al Museo dello Sbarco a Catania e al Museo della Piazzaforte ad Augusta.

La data è sabato 4 e domenica 5 Giugno 2016, la partenza da Palermo e da Termini Imerese.

All’arrivo a Catania è prevista la visita guidata al Museo dello Sbarco in Sicilia – 1943 dedicato all’avvenimento storico, durante la seconda guerra mondiale, che avviò la Sicilia e l’Italia tutta verso la liberazione dall’occupazione tedesca. Attraverso la riproduzione di contesti come un piccolo quartiere d’epoca, il rifugio antiaereo, ambienti distrutti dai bombardamenti, il visitatore viene condotto verso la conoscenza della storia. Lungo il percorso una cartellonistica fotografica e testuale illustra l’avanzata americana, mentre dei monitor trasmettono simultaneamente immagini della avanzata delle truppe americane ed inglesi. Al primo piano una sala ottagonale, che simula un bunker, quattro monitor proiettano immagini di città bombardate come Palermo, Messina e Catania.

La sala Testimonianze è una sosta del percorso museale di grande interesse. Al centro della sala un bassorilievo raffigurante la Sicilia viene animato con luci e colori, simulando l’avanzata degli alleati. Il percorso continua con le sale d’esposizioni di reperti autentici: divise militari ed armi d’epoca.

Il percorso si conclude con l’immagine del cimitero inglese che si trova alle porte di Catania, verso Siracusa, ove riposano le spoglie dei caduti. Su un pannello luminoso, posto ai piedi di una scultura bronzea, scorrono i nomi di tutti i caduti.

Nel pomeriggio è prevista la partecipazione a Siracusa alla Rappresentazione classica l’Elettra di Sofocle. Il giorno successivo si terrà la visita guidata al Museo della Piazzaforte di Augusta nei locali del bastione di San Giacomo a sud-ovest del castello svevo.

Il percorso museale segue un criterio cronologico ed affronta tutti i principali eventi bellici che hanno riguardato Augusta dal tempo del suo fondatore Federico II di Svevia, sino alla seconda guerra mondiale.

Particolarmente interessante la presenza nella prima sala di una serie di reperti ceramici ed in pietra provenienti dal comprensorio del castello svevo, tra i quali numerose palle da catapulta.

A questi si aggiungono palle in ferro, materiali lapidei di periodo spagnolo ed alcune armi antiche. Il Museo possiede una ricca collezione di oltre 600 “pezzi” di armi italiane, tedesche e angloamericane (mitragliatrici, fucili, mitra, pistole, bossoli) assieme a sciabole, spade e baionette nonché alcune pregevoli armi antiche, che lo rendono unico nel suo genere.

Si prosegue con la visita guidata al Centro storico di Augusta e alla sue chiese più interessanti. Nel pomeriggio è prevista la partecipazione a Siracusa alla rappresentazione classica l’Alcesti di Euripide.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA